Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Ufficiale, l'ex Janus Fabriano Francesco Fratto firma per il San Giobbe Chiusi

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/11-07-2020/ufficiale-janus-fabriano-francesco-fratto-firma-giobbe-chiusi-600.jpg

Social

Francesco Fratto è un nuovo giocatore della San Giobbe Chiusi. Nato a Cecina nel 1991, Fratto vanta una esperienza pluriennale in serie B.

La carriera del toscano parte dalla città di origine; a Cecina gioca fino alla stagione 2015/16 ottenendo anche due qualificazioni ai playoff. Poi il trasferimento alla Paffoni Omegna, dove resta per due stagioni, la seconda delle quali impreziosita dalla vittoria della coppa Italia di categoria. Conclusa l’esperienza in Piemonte, il ritorno in Toscana con il Golfo Piombino. Anche in questo caso qualificazione ai playoff; l’apporto di Fratto permette alla formazione livornese di giungere fino alla semifinale. Nell’ultimo campionato, infine, la firma con la Janus Fabriano. Per l’ala grande, 162 punti con la formazione marchigiana, nella quale ha ricoperto i gradi di capitano.

“Sono molto contento di essere stato chiamato da Coach Bassi; mi ha cercato e mi ha parlato delle intenzioni della società – queste le prime parole di Francesco Fratto. A Chiusi c’è un progetto interessante e a lungo termine, reso ancora più stimolante dallo stretto rapporto con la Reyer Venezia”.

“Sono entusiasta di intraprendere questa nuova avventura; l’anno scorso ero a Fabriano, una piazza importante e sono convinto che anche qua ci siano le basi per fare qualcosa di bello. Dopo quello che è successo, non sono molti i roster che partono con l’idea di essere competitivi e protagonisti. In più torno a giocare in Toscana, mi riavvicino a casa e questo è un altro aspetto importante che mi ha fatto propendere per la scelta di Chiusi”.

Fonte: ufficio stampa San Giobbe Chiusi

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: