Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Ufficiale, si separano le strade della Pallacanestro Senigallia e di Emiliano Paparella

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/22-07-2020/ufficiale-separano-strade-pallacanestro-senigallia-emiliano-paparella-600.jpg

Social

Si dividono nuovamente, e ancora dopo una stagione, le strade della Pallacanestro Senigallia ed Emiliano Paparella. Una storia d'amore breve ma intensa, durata appena due stagioni - 2017/2018 e 2019/2020, intervallata dai 12 mesi passati a Fabriano - ma che sono bastate al play-guardia classe '83 per entrare nei cuori dei tifosi biancorossi. Nel futuro di Paparella c'è la Puglia, dove l'ormai ex n.6 della Goldengas ha deciso di avviare una nuova attività lavorativa e dove cercherà anche una squadra per continuare l'attività agonistica.

Questo il saluto di Emiliano Paparella: "Così come tornare a Senigallia, anche quella di andare via è stata una scelta di vita. A 37 anni ho ancora voglia di giocare ad alti livelli, ma devo pensare più al futuro che al presente. In questo periodo così pieno di incertezze si è creata una possibilità di lavoro a Monopoli, dove abita mio fratello, ed ho deciso di accettare, anche per motivi familiari. Volevo ringraziare la società, in primis Claudio Moroni, con cui ho stretto uno splendido rapporto, così come con gli altri dirigenti, sempre carini e accoglienti con me e la mia famiglia. Poi un saluto ai compagni di squadra, che sono poi diventati anche amici. E poi ai tifosi e alla città, che rimarrà sempre nel mio cuore".

Il gaucho di Mar del Plata lascia a Senigallia uno splendido ricordo di sé, e non solo dal punto di vista cestistico. Leader tecnico e carismatico, è stato protagonista di prestazioni eccezionali che hanno lasciato il segno, molte delle quali riconducibili al favoloso anno di debutto al PalaPanzini, senza dimenticare quest'ultima stagione travagliata causa emergenza COVID 19, basti pensare alla clamorosa tripla sulla sirena da distanza siderale che ha deciso deciso il sentito derby del 23 febbraio contro il Campetto Ancona. La società biancorossa lo ringrazia per il suo contributo in campo (837 punti in 54 gare, media 15.5) e con affetto gli augura ogni fortuna in questa nuova avventura.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Senigallia 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: