Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Ufficiale, il playmaker Leonardo Zoppi è un nuovo giocatore della Robur Osimo

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/08-08-2020/ufficiale-playmaker-leonardo-zoppi-giocatore-robur-osimo-600.jpg

Social

G.S. Robur Basket Osimo è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo annuale con l'atleta Leonardo Zoppi, che per la stagione 2020/2021 sarà uno degli uomini di coach Leonardo Castracani. Classe 2002, 18 anni per 180 centimetri, Leonardo cresce cestisticamente sotto lo sguardo attento dell'Aurora Basket Jesi, società di provenienza dell'atleta che continuerà il suo rapporto con la società aurorina attraverso l'Under 20. Playmaker puro, grande talento ed un ottima mano dall'arco dei 6,75, Zoppi si inserisce nel roster osimano con l'intento di dare minuti importanti di riposo al nostro playmaker titolare Bugionovo.

La scelta della società va nella direzione di dare spazio e fiducia a giovani della regione che hanno dimostrato grandi qualità, impegno ed abnegazione, tanto da meritare la possibilità di fare un'esperienza di questo genere. Come Montanari anche Zoppi proviene dall'ottima annata in U18 D'Eccellenza a Jesi, formazioni allenata da Francesco Francioni, in cui ha potuto trovare un discreto spazio per mettere in luce le proprie caratteristiche. Leonardo ha già fatto parte, fin da giovanissimo, del progetto Aesis Jesi sia in Serie D che Serie C Silver. Zoppi vestirà la canotta numero 4, non vediamo l'ora di iniziare.

Fonte: ufficio stampa Aurora Jesi

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: