Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

LNP, Altero Lardinelli ''I gironi composti sono i più equilibrati possibile dal punto della distanza geografica''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/09-08-2020/altero-lardinelli-gironi-composti-sono-equilibrati-possibile-punto-distanza-geografica-600.jpg

Social

Sta facendo parecchio discutere la composizione dei gironi del prossimo campionato di Serie B. In particolar modo le società lombarde e quelle siciliane contestano i criteri utilizzati per ripartire le 64 squadre nei quattro raggruppamenti. Ne abbiamo parlato insieme ad Altero Lardinelli, che oltre ad essere Amministratore Unico dell'Aurora Jesi, è Vice Presidente della Lega Nazionale Pallacanestro.

- Buongiorno Altero, ci sono molte società scontente riguardo la proposta presentata dalla LNP al Settore Agonistico Fip per la composizione dei gironi. Quali criteri avete utilizzato per dividere le 64 squadre nei 4 gruppi?
"Abbiamo provato a comporre gironi i più equilibrati possibili dal punto di vista della distanza geografica e quindi dei costi per viaggi e trasferte. Credo che i gironi che sono venuti fuori abbiamo più o meno le stesse distanze kilometriche e costi simili tra loro, eccezion fatta appunto per le squadre siciliane e calabresi che comunque in qualunque girone le avessimo messe sarebbero state costrette a lunghe trasferte. I costi di trasferta si aggirano tra i 15 mila e i 18 mila euro per tutti in ciascun girone. Essendo amministratore di un club marchigiano avrei preferito trasferte più comode in Emilia Romagna o comunque nel centro Italia, ma il criterio che si è voluto seguire è stato il più equilibrato possibile".

- Come mai le squadre siciliane vengono inserite in gironi con squadre del Nord Italia per il secondo anno consecutivo?
"Il motivo principale sta nel fatto che mancano collegamenti aerei nei mesi invernali con regioni come Puglia e Campania; mentre gli aeroporti siciliani sono collegati in maniera ottimale con quelli dei Nord Italia".

- Si terrà conto della vicinanza geografica nella stesura dei calendari, evitando così trasferte molto lunghe alle squadre nei turni infrasettimanali?
"I calendari verranno fatti dalla Fip, però l'indicazione che abbiamo chiesto di tenere presente è quello di evitare viaggi molto lunghi nei turno infrasettimanali. Si farà il possibile per garantire questo".

- E' stata presa in considerazione l'ipotesi di suddividere le squadre in 8 conference da 8 squadre?
"Sì è stata un'ipotesi che abbiamo preso in considerazione, ma decidere il destino di una squadra dopo sole 14 partite di regular season non ci sembrava giusto. Troppo poche le partite per condannare una squadra ai playout oppure ammetterla ai playoff".

- La Serie A2 rimarrà a 27 squadre oppure proverete a trovare una 28° squadra?
"Già prima del Consiglio Federale avevamo chiesto alla Fip la possibilità di riaprire i termini di ripescaggio qualora fosse venuta a mancare una squadra. Adesso abbiamo rifatto la richiesta ed attendiamo la risposta. L'ideale sarebbe riaprire i termini per qualche giorno per vedere se c'è una squadra di C Gold disponibile a salire in Serie B. Non la dovessimo trovare, si potrebbe prendere in considerazione l'ipotesi di una wild card. Non è, invece, mai stata discussa l'ipotesi di dividere i club i 3 gironi da 9 qualora si dovesse rimanere a 27 squadre".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: