Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Olimpia Milano pronta all'esordio contro Cantù, coach Messina ''Il nostro obiettivo è qualificarci alle Final Four''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/27-08-2020/olimpia-milano-pronta-esordio-cant-coach-messina-nostro-obiettivo-qualificarci-final-four-600.jpg

Social

Breve viaggio nella memoria: l’ultima partita ufficiale dell’Olimpia fu a Valencia in EuroLeague all’inizio di marzo. Quasi sei mesi dopo, si torna a giocare per la classifica. In questo caso, si tratta della Supercoppa - allargata a 16 squadre per celebrare i 50 anni della Legabasket -, l’Olimpia affronta (alle 17.00, diretta su Eurosport Player, a porte chiuse) l’Acqua San Bernardo Cantù. E’ il primo impegno nel girone eliminatorio che dovrà designare una delle quattro semifinaliste che si daranno battaglia a Bologna il prossimo 18 settembre. Sei gare per scegliere una formazione. Saranno ovviamente tutti derby. L’Olimpia arriva a questo esordio – e due giorni dopo sarà di scena a Varese – dopo uno scrimmage non ufficiale proprio con Varese e la vittoria nel torneo di Cagliari, sconfiggendo Sassari e Venezia.

COACH ETTORE MESSINA – “La Supercoppa è una competizione molto bella, soprattutto con questa formula che raduna tutte le squadre di Serie A e ci permette dopo tanti mesi, il lock-down e i problemi che conosciamo, di ritrovarci tutti assieme e tornare a giocare per un trofeo. Ovviamente, il nostro primo obiettivo è qualificarci per le Final Four”

L’AVVERSARIO – Cantù è molto cambiata rispetto alla passata stagione, anche se il playmaker Jaime Smith aveva già giocato a Cantù tre stagioni fa segnando 14.0 punti di media, e Maarty Leunen è una specie di bandiera. I confermati sono stati i due ex, Andrea Pecchia (7.7 di media l’anno passato) e Andrea La Torre, quest’ultimo capitano. Oltre al capo allenatore Cesare Pancotto, veterano da 627 presenze in panchina in Serie A, 929 contando la A2. Oltre a Smith, tra gli esterni figurano James Woodard da Tulsa, ultimo anno in Germania a Bayreuth, e Jazz Johnson, playmaker di 1.78 che segnava quasi 16 punti di media a Nevada lo scorso anno. Le ali sono Donte Thomas, lo scorso anno in Olanda al Donar, che a Chicago ha frequentato lo stesso liceo di David Moss, e Maarty Leunen, che era alla Fortitudo l’anno passato. Il centro è il rookie Sha’Markus Kennedy da McNeese State. Jordan Bayehe è un ragazzo camerunense di formazione italiana proveniente da Roseto in A2.




Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: