Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Supercoppa LBA: comoda vittoria per l'Olimpia Milano contro la Pallacanestro Cantù

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/27-08-2020/supercoppa-comoda-vittoria-olimpia-milano-pallacanestro-cant-600.jpg

Social

Sfida proibitiva doveva essere, sfida proibitiva è stata: Cantù cede al Mediolanum Forum di Assago contro la fortissima Olimpia Milano, non solo la squadra ampiamente favorita alla palla a due ma anche la più rodata. A differenza dell’Acqua S.Bernardo, infatti, i meneghini avevano già nelle gambe diverse partite amichevoli, che sono servite a coach Messina per trovare subito un particolare feeling con i suoi nuovi innesti di mercato. Per Cantù resta comunque la soddisfazione di essere tornata finalmente a giocare un match ufficiale dopo oltre sei mesi di vuoto, in cui la voglia di tornare era per tutti davvero tanta. Un esordio quindi difficile per Kennedy (top scorer canturino con 16 punti) e compagni ma sicuramente utile per carburare in fretta in vista delle prossime sfide di Supercoppa. Non ci sarà neppure il tempo di rifiatare a dovere che i biancoblù dovranno già tornare in campo, contro Brescia, in casa, tra circa 48 ore.

LA CRONACA

Prima partita della Eurosport Supercoppa 2020, anticipo della sesta giornata del Girone A: Acqua S.Bernardo di scena al Mediolanum Forum di Assago contro la corazzata A|X Armani Exchange Milano. Per il debutto stagionale coach Pancotto sceglie di affidarsi in regia all’esperienza e al talento di Smith, affiancato sugli esterni dal duo Woodard-Pecchia; sotto canestro, invece, i biancoblù partono con Thomas ala forte e Kennedy centro. Coach Messina risponde schierando sin dall’inizio una coppia pirotecnica e con tanti punti nelle mani, Delaney play e Punter da guardia, accompagnati dall’ex canturino Micov, nello spot di ala piccola. Sotto i tabelloni i muscoli di Hines e di un altro (ennesimo) ex, Brooks.

I primi punti biancoblù della stagione li realizza Woodard, mandato subito in lunetta da Milano e autore, con un 2/2 ai liberi, del primo vantaggio canturino. Cantù spinge forte sin dai primi minuti, riuscendo, al 5’, a mettere nuovamente la testa avanti: una tripla di Smith vale infatti alla S.Bernardo il momentaneo +1 (9-10). Poi, la fiammata dei padroni di casa, guidati dai sei punti consecutivi di Moretti, che proiettano Milano avanti di due possessi. È show tutto italiano, con le prodezze, sia da una parte sia dall’altra, di due giovani talenti azzurri: se Moretti continua a macinare punti, ecco che Cantù risponde con la freschezza di Procida, a cui si aggiunge anche l’apporto di La Torre. I biancoblù accorciano ma al 10’ è ancora Milano a tenere il vantaggio: 26-18 a fine primo quarto.

Nel secondo quarto i biancoblù partono bene con Leunen, salvo poi soffrire tutta la fisicità e tutti i centimetri di Tarczewski nell’altra metà del campo. Olimpia pericolosa non solo sotto canestro ma anche dal perimetro: Micov è un cecchino e dall’angolo punisce la sua ex squadra, tripla del 36 a 23. Al 15’ Milano inserisce il turbo e, con Brooks, riesce a scavare il primo solco della partita: biancorossi avanti di diciotto grazie al jolly da oltre l’arco di Brooks. Cantù prova a rientrare in scia con Smith prima e Pecchia poi, ma l’Armani chiude meritatamente avanti 54 a 38 alla pausa lunga.

In avvio di secondo tempo l’Acqua S.Bernardo riesce a far girare molto bene il pallone, con Smith e Woodard molto attivi in fase di impostazione del gioco. Ne beneficia Kennedy, tra i più in forma, autore di due canestri consecutivi da sotto. Il divario, però, è ancora ampio e a favore dell’Olimpia, che al 25’ conduce 61 a 45. Punter, in striscia, manda a bersaglio due triple consecutive e Milano riesce così a scappare nuovamente, toccando rapidamente quota 70 punti. Il terzo periodo termina con i meneghini avanti 75 a 57, trainati da Tarczewski e Moretti.

Nell’ultimo periodo di gioco è ancora l’Olimpia a fare la voce grossa ma è ancora Kennedy, tra i biancoblù, a risultare determinante. Il lungo americano, rookie, è sembrato molto a suo agio in area, nonostante la presenza del colosso Tarczewski e del veterano Hines. Termina 101-71 a favore dei padroni di casa, candidati alla vittoria finale. Da segnalare, oltre a Kennedy, anche l’ottima prova di Smith, autore di 14 punti (5/7 dal campo) e 7 assist.

A|X Armani Exchange Milano - Acqua S.Bernardo Cantù 101-71
(26-18, 28-20; 24-16, 23-17)

Milano: Punter 17, Moretti 11, Micov 5, Moraschini 9, Rodriguez 6, Tarczewski 7, Biligha 6, Cinciarini 1, Delaney 5, Brooks 6, Hines 14, Datome 14. All. Messina

Cantù: Thomas 2, Smith 14, Kennedy 16, Woodard 6, Procida 2, Leunen 15, La Torre 2, Lanzi n.e., Bayehe, Johnson 7, Pecchia 7, Caglio n.e. All. Pancotto

Arbitri: Mazzoni, Quarta e Brindisi

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Cantù
Photo Credits: Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: