Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Reyer Venezia, il Taliercio apre a 648 spettatori per la sfida contro la De'Longhi Treviso

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/28-08-2020/reyer-venezia-taliercio-apre-spettatori-sfida-longhi-treviso-600.jpg

Social

L’Umana Reyer è lieta di comunicare che per la partita inaugurale della Supercoppa 2020 il Palasport Taliercio apre a 648 spettatori. La società per l’organizzazione dell’evento ha prodotto un protocollo di gestione dei flussi di persone, comportamento, distanziamento sociale e sanificazione che è stato validato dalle strutture regionali competenti.
I dettagli di accesso e le modalità di ingresso saranno comunicati nelle prossime ore, gli ingressi per la prima partita di Supercoppa sono riservati ai partner Reyer e agli abbonati 2019/20 che non hanno richiesto il rimborso voucher (a rotazione tra le tre partite casalinghe di Supercoppa per via dell’elevato numero di sostenitori non richiedenti il rimborso).

A tutti i sostenitori che domenica accedono al Palasport la società richiede sin da subito la massima collaborazione e il rispetto del protocollo per garantire in primis la sicurezza di tutti e per dimostrare che è possibile tornare a vivere l’emozione della partita di basket da protagonisti. L’attuazione di un comportamento rispettoso e adeguato da parte di tutti concorrerà a confermare che lo sforzo della struttura legale e organizzativa della società per la produzione del protocollo è stato legittimo. 

Fonte: ufficio stampa Reyer Venezia

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: