Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Supercoppa LBA: la VL Pesaro supera ancora la Virtus Roma e raggiunge la vetta del girone

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/10-09-2020/supercoppa-pesaro-supera-ancora-virtus-roma-raggiunge-vetta-girone-600.jpg

Social

Prima giornata di ritorno del Girone D della Eurosport Supercoppa 2020. La Virtus Roma cerca la rivincita sulla VL Pesaro, dopo la pesante sconfitta subita Lunedì scorso. Coach Bucchi recupera Hadzic e vede l'esordio di Robinson ed Evans, ma è costretto a rinunciare a Biordi e Campogrande, oltre ai soliti Hunt, Wilsone Beane.

Quintetti base


Roma: Robinson G., Baldasso, Evans, Hadzic, Cervi.
Pesaro: Robinson J., Massenat, Tambone, Filipovity, Cain.

E' un canestro di Massenat ad aprire le danze imitato subito da Cervi, prima che un parziale di 7-0 costruito da Cain e Tambone lanci la VL verso il primo allungo della serata (2-9 al 3'). Il primo canestro di Evans permette a Roma di muovere di nuovo il punteggio, ma la Vuelle mantiene alta l'intensità e grazie ad un contropiede di Filloy vola al massimo vantaggio della gara sul 9-18 al 7'. I capitolini reagiscono con un 7-0 firmato da Robinson G. e da Baldasso, ma due triple di Zanotti e Robinson J. permettono ai marchigiani di chiudere il primo quarto avanti sul 16-24.

Due contropiedi di Robinson J. e di Massenat aprono il secondo quarto e danno alla VL il primo vantaggio in doppia cifra (16-28 all'11'). Pesaro continua a spingere tenendo sempre alta l'intensità difensiva, ed i canestri di Filloy, Drell e Zanotti portano il parziale del periodo sul 15-0 e danno ai ragazzi di coach Repesa il +23 (16-39 al 14'). E' un canestro di Evans ad interrompere l'emorragia e Roma ritrova la via del canestro dopo 5'24'' del quarto. Il divario tra le due squadre rimane costante fino alla sirena finale del secondo parziale, con la VL che rientra negli spogliatoi avanti 25-44.

Il terzo quarto si apre con un 5-0 firmato da Filipovity e Tambone che da alla VL il nuovo massimo vantaggio sul 25-49. Evans prova a tenere in partita Roma, ma Pesaro non cala d'intensità e grazie alle giocate di Filipovity, Cain e Robinson J. tocca il +29 (36-65 al 27'). Due triple di Iannicelli danno ossigeno alla squadra di Piero Bucchi, che grazie ad un altro canestro da tre punti di Farley chiude il terzo parziale a -23 sul 44-67.

L'ultimo periodo ha poco da dire e scorre via senza particolari cose da segnalare. Pesaro controlla con relativa tranquillità mantendo un vantaggio sempre superiore ai venti punti. Trovano la via del canestro anche Basso, Calbini e Serpilli, che portano la VL anche +30 (52-82 al 37'). La sirena finale fissa poi il punteggio sul per i marchigiani. Nella squadra capitolina bene i due esordienti Evans e Robinson G. che chiudono, rispettivamente, con 13 e 12 punti. Nella VL su tutti Zanotti con 15 punti e 9 rimbalzi e Filipovity che chiude a quota 12. Da segnalare i 7 assist serviti sia da Robinson J. che da Massenat.

Virtus Roma - VL Pesaro 56-89

Roma: Robinson G. 12, Baldasso 5, Evans 13, Hadzic 7, Cervi 6, Farley 3, Ticic 2, Jovanovic, Nizza, Telesca 2, Iannicelli 6. All. Bucchi

Pesaro: Robinson J. 10, Massenat 5, Tambone 9, Filipovity 12, Cain 9, Drell 7, Zanotti 15, Filloy 7, Basso 4, Calbini 4, Mujakovic, Serpilli 7. All. Repesa

Parziali: 16-24, 9-20, 19-23, 12-22.
Progressivi: 16-24, 25-44, 44-67, 56-89.
Usciti per 5 falli: nessuno

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: