Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

VL Pesaro, Ario Costa ''Dopo 6 partite abbiamo ben chiaro dove possiamo avere delle certezze e delle sofferenze''

Ospite dello "Speciale Supercoppa 2020" andato in onda su San Marino Rtv (ASCOLTA QUI), il Presidente della VL Pesaro Ario Costa ha parlato, tra le altre cose, sia di mercato che dell'argomento riguardante il possibile ingresso del pubblico per assistere agli eventi sportivi. Queste alcune delle sue parole:

"Noi siamo sempre vigili sul mercato. Dopo 40 giorni di lavoro ed avendo giocato 6 partite abbiamo ben chiaro dopo possiamo avere delle certezze oppure delle sofferenze. Valuteremo come abbiamo sempre fatto. Non possiamo fare cose che non siamo in grado di sostenere dal punto di vista economico, bisogna centellinare tutte le risorse a disposizione. Se poi ci sarà la possibilità e la necessità di fare aggiunte e correttivi siamo qui per questo".

Sul pubblico nei palazzetti

"Secondo i decreti attualmente in vigore potranno assistere alla partita del 27 Settembre contro Sassari solamente 200 spettatori, e su questo non ci sono dubbi. Il 7 Ottobre scade il DPCM attualmente in vigore e speriamo tutti che, se la situazione sanitaria lo consentirà, si vada verso un'apertura graduale degli impianti sportivi. Al momento, però, nessuno però può fare alcun tipo di previsione. Io sarei d'accordo a non iniziare il campionato a porte chiuse perchè è negativo per tutto e per tutti, ma se dobbiamo rispettare gli impegni delle squadre che partecipano alle coppe europee e della nazionale, e dobbiamo terminare il campionato entro una certa data non c'è più tempo per rimandare".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: