Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Trento, coach Brienza ''Contro Treviso dovremo essere bravi a gestire i ritmi della partita''

Dopo le "prove generali" di Eurosport Supercoppa, si alza finalmente il sipario sulla stagione 2020-21 di Serie A UnipolSai: la Dolomiti Energia Trentino questo pomeriggio è partita alla volta di Treviso, dove domani sera con palla a due alle 20.30 affronterà la De' Longhi Treviso nella prima giornata di regular season (diretta Eurosport 2 ed Eurosport Player).

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Cominciamo in trasferta a Treviso: la De' Longhi la conosciamo, è una buona squadra, ben allenata e che nel suo roster vede presente un bel mix tra esordienti nel campionato italiano e giocatori di riferimento con grande esperienza come Logan, Akele e più in generale il gruppo degli italiani. Mi aspetto una partita molto intensa, in cui Treviso in casa sicuramente proverà a fare una gara di grande energia e in cui noi di conseguenza quell'energia dovremo provare subito a pareggiarla. Dobbiamo giocare una partita di compattezza e attenzione, provando a far emergere le nostre qualità.

I precedenti in Supercoppa? Non credo siano dei riferimenti particolarmente indicativi, in quei match si giocava per vincere ma c'erano anche altre priorità legate alla crescita della condizione dei giocatori e della conoscenza generale della squadra. Però di sicuro avere già incontrato Treviso ci fa arrivare più preparati, ci siamo fatti un'idea delle loro qualità osservandoli da vicino sul parquet: se diamo loro la possibilità di correre alzando il ritmo in contropiede e avere extra possessi vincere in trasferta è difficile, quindi dovremo essere bravi a gestire i ritmi della partita leggendo i vari momenti del match senza perdere troppi palloni. Allo stesso tempo sarà decisivo avere un buon apporto di squadra nella lotta a rimbalzo. Luke Maye? Sarà in trasferta con noi e lo porteremo in panchina, l'infortunio al piede è recuperato ma ha ancora bisogno di qualche giorno per entrare in condizione e poter scendere in campo».

Fonte: ufficio stampa Aquila Basket Trento 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: