Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Debutto amaro per l'Unione Basket Padova contro Jesolo

All’esordio al Pala Gozzano - il nuovo campo di gioco per il prossimo campionato di Serie B - il Guerriero Padova esce sconfitto per mano dello Jesolo nella seconda amichevole post lockdown. È stata una partita per certi versi simile a quella disputata sabato scorso Vicenza, in cui i ragazzi di coach Calgaro hanno dovuto fare i conti con una condizione fisica non ancora ottimale e una chimica di squadra ancora approssimativa, scontrandosi contro un’avversaria apparsa più lucida e solida.

La Secis Jesolo si conferma di fatto la bestia nera dell’Unione che la scorsa stagione in C Gold aveva sofferto le pene dell’inferno nel doppio confronto con i litoranei. La vittoria della formazione, guidata dall’ex Patavium Giovanni Teso, matura nei due quarti centrali (22-35), quando i padroni di casa hanno smarrito il bandolo della matassa scivolando anche a -13 (44-57). Gli equilibri si spezzano a cavallo di secondo e terzo periodo: dal +5 (32-27), l’Unione si ritrova sotto di un possesso pieno alla fine dei secondi 10’ (34-37). Al via della terza frazione, Jesolo accelera ancora (40-48) e a poco serve il timeout di Calgaro (40-52). Chinellato sblocca il punteggio in contropiede (42-52), ma sulla metà campo difensiva la coperta è corta: Padova, che perde Tognon per un colpo violento ad una gamba, schiera Cecchinato da playmaker e non riesce a contenere dal perimetro come peraltro era già avvenuto a Vicenza (46-57).

Nell’ultimo quarto, la reazione locale frutta un parziale di 17-9 che finirà per riaccendere l’incontro: le triple di Andreaus (56-59) e Chinellato (63-64) riportano a contatto il Guerriero che pur avendo tra le mani anche la palla del successo non capitalizza. Dall’altra parte, Zamattio può chiuderla ai liberi (63-66) vanificando anche gli ultimissimi tentativi di riaggancio dell’UBP. Tra le poche note liete di una serata ancora storta anche in lunetta (8/16) va segnalato il rientro del giovane Borsetto che sembra aver imboccato la via del recupero dopo un problema all’adduttore rimediato la scorsa estate.

L’Unione tornerà a calcare il parquet per il primo evento ufficiale della stagione: la Supercoppa Centenario. L’appuntamento è fissato per domenica 11 ottobre, ore 18, proprio alla Gozzano per la prima partita del girone E contro il Bologna 2016. Seguiranno l’attesissima stracittadina con la Virtus Padova di venerdì 16 ottobre (ore 20.30) a Rubano e un altro derby veneto a Vicenza in calendario per domenica 25 ottobre (ore 18).

GUERRIERO PADOVA – SECIS JESOLO 63-66

UNIONE BASKET PADOVA: Tognon 2, Chinellato 13, Scattolin 2, Cecchinato 2, Borsetto 3, Coppo 3, Di Falco 2, Dia 2, Cazzolato 10, Andreaus 7, D’Andrea 8, Bruzzese 1, Campiello 8. All. Calgaro. Ass. Garon.

BASKET CLUB JESOLO: Sipala 18, Busetto 2, Jovic 4, Maestrello M. 6, Maestrello N. 6, Biancotto 9, Rosada 4, Zamattio 13, Favaretto 4, Cavallin, Mei. All. Teso. Ass. Gambarotto.

Parziali: 24-22, 10-15 (34-37), 12-20 (46-57), 17-9 (63-66). 

Fonte: ufficio stampa Unione Basket Padova

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: