Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Cremona, coach Galbiati ''Spero che già da domenica contro Venezia si veda qualcosa di diverso''

Domenica 4 ottobre arriva al PalaRadi di Cremona la Reyer Venezia. Coach Galbiati ha commentato così la partita.

“Giochiamo contro la Reyer Venezia, società che sta vivendo un momento della sua storia molto importante, con staff e squadra che sono insieme da tanti anni e lavorano benissimo avendo raccolto anche tanti e meritati successi. È sempre difficile giocare contro le squadre allenate da De Raffaele, coach molto tecnico e molto tattico. Difensivamente sono molto solidi e candidati ad arrivare fino in fondo a tutte le competizioni che affrontano. Non sarà semplice ma quello che mi aspetto dalla mia squadra è una reazione di orgoglio e tanta voglia di fare bene.

Mi sono molto arrabbiato per il modo in cui abbiamo perso a Trieste, non tanto per la sconfitta in sè. C’è modo e modo di giocare e di perdere, per rispetto della società e dei nostri tifosi. Abbiamo giocato 8 minuti buoni, poi abbiamo preso un parziale incedibile; nel secondo quarto abbiamo sbagliato 5 tiri consecutivi da 3 punti e una schiacciata. Chiaro che se ne avessimo segnato qualcuno ci saremmo riavvicinati e saremmo rimasti in partita. Mi sono dato delle colpe sulla gestione dei cambi, avrei potuto fare scelte diverse in modo da avere quintetti più equilibrati e mettere i giocatori nelle migliori condizioni possibili. In settimana abbiamo lavorato su situazioni simili. Spero che già da domenica si veda qualcosa di diverso. A partire da domenica e per sempre.

Forse è stato meglio aver perso così, piuttosto che di qualche punto. Uno schiaffone del genere ci permette di capire che non possiamo avere un atteggiamento rinunciatario, che non possiamo non sporcarci le mani e sbucciarci le ginocchia. In settimana ho visto miglioramenti in termini di aggressività e in fase difensiva. C’è molta disponibilità da parte dei giocatori. Ora si tratta di fare un passo in più. Non avere alla partita una parte della tifoseria è un peccato. La loro posizione è comprensibile anche se ci farebbe piacere avere al palazzetto più gente possibile. Il PalaRadi sa essere un campo davvero caldo”.

Fonte: ufficio stampa Basket Cremona 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: