Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Supercoppa LNP, il Campetto Ancona passa sul campo di una rimaneggiata Senigallia

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/19-10-2020/supercoppa-campetto-ancona-passa-campo-rimaneggiata-senigallia-600.jpg

Social

Seconda vittoria in Supercoppa Centenario per la Luciana Mosconi Ancona che vince anche in trasferta sul campo della Goldengas Senigallia e si proietta all’ultima giornata del Girone H pronta a giocarsi il primo posto e qualificazione al turno successivo nella partita in casa dell’Aurora Jesi.

Aldilà del risultato maturato al PalaPanzini quello che conta di più è il giudizio sulla squadra a un mese dall’inizio del campionato e con lo stesso tempo di preparazione sulle gambe. Il gruppo sta aumentando il suo livello qualitativo, ancora qualche elemento non è inevitabilmente in forma e anche a Senigallia la squadra ha viaggiato a sprazzi. Ma quello che emerge a chiare lettere dalla sfida sulla Spiaggia di Velluto è che la Luciana Mosconi 20/21 è squadra profonda come mai lo è stato, in grado di proporre una moltitudine di alternative e soluzioni sia sugli esterni che più vicino a canestro. Rotazioni ampie che possono fare la differenza e contribuire a portare davvero in alto la squadra di Stefano Rajola.

A Senigallia la Luciana Mosconi ha portato alla fine 5 uomini in doppia cifra, distribuendo in maniera equa minuti tra tutti i suoi nove effettivi (10 con Potì in panchina a onor di firma) e ottenendo buon apporto da tutti. La Goldengas ha retto comunque in maniera ottimale il confronto con il -13 finale maturato soltanto nell’ultimo quarto quando la differenza l’ha fatta anche la freschezza dei dorici arrivati sul traguardo con più benzina sfruttando le sue altissime rotazioni. Senigallia che ha avuto la non certo trascurabile attenuante di presentarsi priva di Gurini e Peroni, due pezzi da novanta della nuova squadra di coach Paolini.

Quella che inizia il match è una Luciana Mosconi “moscia”, specialmente in una difesa che subisce 15 punti in 5′ lasciando troppo spazio ai locali. A metà del 1°quarto la Goldengas conduce 15-12 e Rajola striglia i suoi con un time out pieno di “energia”. Dopo 7′ i padroni di casa allungano sul 22-15 prima dell’ottimo impatto sul fine periodo di Aguzzoli che ispira l’8-1 finalizzato da Gospodinov per il 23 pari al suono della prima sirena.

A un primo quarto sonnecchiante la Luciana Mosconi ha risposto con un buon secondo parziale. Gospodinov segna i primi 4 punti con i dorici che dal 29-29 provano a fuggire con un break di 11-0 che li conduce sul 29-40. Rossi è preciso, Paesano dimostra evidenti segnali di crescita a livello fisico e c’è anche l’ottimo apporto di Oboe. La Luciana Mosconi se corre è un piacere per gli occhi, ma negli ultimi 3′ del primo tempo si ferma consentendo alla Goldengas di riprendere fiato e fiducia. All’intervallo Senigallia riduce fino al -9 (40-49) trascinata da Cicconi Massi che all’intervallo ha 11 punti prima di scatenarsi nella ripresa.

Il rientro in campo dagli spogliatoi vede proprio il lungo di Paolini ergersi a protagonista La Goldengas in meno di due minuti colma il gap che la divide dai dorici. E l’8-0 è tutto firmato dall’ex-Fossombrone (48-49). La Luciana Mosconi adesso è meno brillante. Rossi e Paesano le ridanno però slancio. Un gioco da tre punti del romano portano Ancona sul 50-57, ma Senigallia è brava a rimanere incollata aggrappandosi alla verve di Giacomini e alle prodezze dei lunghi Pozzetti e Cicconi Massi. Le due squadre chiudono il terzo quarto a stretto contatto (68-69) rendendo scoppiettante l’epilogo del parziale.

Leggio e Oboe mandano Ancona sul 69-77 dopo 2′ e mezzo di ultimo periodo. Senigallia adesso è in riserva. La Luciana Mosconi allunga con la tripla di Centanni e il canestro dalla media di Paesano (72-82). Gli animi si accendono quando lo stesso Paesano e Pozzetti non se le mandano a dire beccandosi un doppio fallo tecnico. La tripla di Aguzzoli mette Ancona sul +14 (75-89) con la partita che sembra segnata. Escono di scena Paesano e Pozzetti che al loro tecnico fanno seguire un antisportivo ciascuno con conseguente espulsione. Cicconi Massi arriva a quota 31, Senigallia manda in campo i ragazzini per gli ultimi secondi di una partita chiusa dal canestro di Gospodinov per l’84-97 finale.

Nell’ultima giornata del Girone H di Supercoppa Centenario la Luciana Mosconi Ancona sarà di scena in casa dell’Aurora Jesi. Entrambe le formazioni hanno vinto le prime due partite, si tratta quindi di un vero e proprio spareggio. Chi vincerà passerà il turno aggiungendo valore e significato al proseguo della sua preseason.

GOLDENGAS SENIGALLIA - LUCIANA MOSCONI ANCONA 84-97 (23-23, 40-49, 67-68)

GOLDENGAS SENIGALLIA: Pierantoni 11, Giacomini 16, Serrani n.e, Giunta 7, Centis 3, Costantini, Giuliani, Terenzi, Cicconi Massi 31, Moretti, Pozzetti 16, Peroni n.e. All. Paolini

LUCIANA MOSCONI ANCONA: Aguzzoli 16, Centanni 16, Potì n.e., Oboe 4, Caverni 7, Gospodinov 8, Paesano 17, Rossi 17, Rattalino, Leggio 13. All. Rajola 

Fonte: ufficio stampa Campetto Basket Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: