Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Supercoppa LNP, niente da fare per la Virtus Civitanova sul campo della Pallacanestro Roseto

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/19-10-2020/supercoppa-niente-fare-virtus-civitanova-campo-pallacanestro-roseto-600.jpg

Social

Niente da fare per la Rossella Civitanova sul campo della Pallacanestro Roseto nella gara valida per la seconda giornata del girone N di Supercoppa Centenario. Partita tutta di rincorsa per i ragazzi di coach Mazzalupi, che sono sprofondati fino al -18 nel terzo periodo prima di reagire con orgoglio e tornare sotto nei secondi finali, senza però riuscire mai davvero a mettere i brividi ai padroni di casa. I biancoblu, ancora privi di Vallasciani, pagano la cattiva serata al tiro da fuori (6/24 alla fine, ma solo tre triple negli ultimi minuti sistemano un minimo i conti) e le tante seconde occasioni lasciate agli abruzzesi tra rimbalzi offensivi e palle perse.

Eppure le premesse sembravano quelle di una partita pimpante ed equilibrata. La Virtus tiene il naso avanti nei primi 5’ di una gara in cui le polveri sembrano bagnate da ambo le parti. Ma gli aquilotti accusano un passaggio a vuoto lungo 4’ e Roseto (senza Ruggiero e Lucarelli ma con l’aggregato Timperi in più) ne approfitta per prendere il comando delle operazioni guidata dai caldissimi Pastore e Serafini. L’attesa sfida tra i fratelli Amoroso stenta a decollare, ma la squadra di coach Trullo non sembra preoccuparsene troppo e scappa anche a +11 nel cuore del secondo periodo (30-19 al 15’ con canestro da 3 di Sebastianelli). Civitanova spara a salve, anche il bollente Rocchi di questo inizio di stagione non è in serata di grazia (2/9 dall’arco alla fine) ma con grande spirito di sacrificio i biancoblu limitano i danni all’intervallo, finendo sotto solo di 7 (37-30).

Roseto, però, rientra dagli spogliatoi con la carica giusta per provare a dare l’affondo decisivo. Un 1/2 in lunetta di Milani riporta la Rossella a -5 (40-35 al 22’), ma da lì in avanti le triple di Sebastianelli, Serafini e Pastore gonfiano un parziale di 13-0 che sa già di titolo di coda (53-35 al 25’). Proprio una bomba col fallo di Rocchi tiene a galla la Virtus nel momento più difficile, ma i civitanovesi non sembrano essere davvero in grado di tornare in partita. Gli abruzzesi, però, alzano il piede dall’acceleratore troppo presto e la Rossella ringrazia del regalo riavvicinandosi fino al -5 (67-62 a 30” dalla sirena su bomba di capitan Amoroso), ma se per la vittoria della partita ormai è troppo tardi, la rimonta ha un sapore ben diverso guardando al discorso qualificazione. Sabato al PalaRisorgimento arriva la capolista Rennova Teramo: serve una vittoria con almeno 9 punti di scarto per centrare il primo posto che vale l’accesso agli ottavi di finale. Ma se la sconfitta di Roseto avesse avuto proporzioni maggiori la questione sarebbe stata ben più complicata.

PALLACANESTRO ROSETO - ROSSELLA CIVITANOVA 69-62

ROSETO: Pedicone ne, Gaeta ne, Di Emidio 10, Cocciaretto, Sebastianelli 12, Palmucci ne, Pastore 20, Amoroso 9, Timperi, Llukacej ne, Nikolic 4, Serafini 14. All.: Trullo

CIVITANOVA: Montanari ne, Cognigni 2, Andreani 6, Felicioni 9, Vallasciani ne, Amoroso 11, Lusvarghi 4, Casagrande 8, Rocchi 8, Milani 14. All.: Mazzalupi

ARBITRI: Di Gennaro e Berger
PARZIALI: 18-12, 19-18, 19-12, 13-20.

Fonte: ufficio stampa Virtus Basket Civitanova Marche

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: