Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Brescia, coach Esposito ''Quella di Malaga si preannuncia come una partita molto dura''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/20-10-2020/brescia-coach-esposito-quella-malaga-preannuncia-partita-molto-dura-600.jpg

Social

Prosegue senza sosta il cammino della Germani Brescia, che dopo il successo ottenuto su Trieste accantona per qualche giorno il campionato di Serie A e torna a rituffarsi nel clima europeo della 7DAYS EuroCup, pronta a celebrare il quarto turno del girone di qualificazione.

La trasferta – la seconda consecutiva – che attende la squadra biancoblu è di quelle difficili e affascinanti al tempo stesso. Brescia, infatti, sarà di scena nel meraviglioso contesto del Martín Carpena di Malaga, impianto da oltre 11.000 posti nel quale gioca le proprie partite casalinghe l’Unicaja Malaga, senza dubbio la squadra più attrezzata del Gruppo B, quella in cui è inserita anche la Germani.

Contro una squadra che tre anni fa alzava al cielo l’EuroCup e che nel proprio palmarès vanta anche una vittoria nella Liga ACB e diversi titoli a livello nazionale, la Germani è chiamata a una prova superba per competere con il talentuoso talento degli andalusi e provare a tornare a casa con il secondo successo europeo, che aprirebbe scenari interessanti in vista della scalata verso le Top 16 di EuroCup.

“Quella di Malaga si preannuncia come una partita molto dura, come tutte quelle dell’EuroCup, dato l’alto livello della competizione e il poco tempo a disposizione per prepararle – spiega coach Vincenzo Esposito -. Ci arriviamo con un roster ridotto per problemi di Covid e di infortuni, ma credo che siamo riusciti a prepararla abbastanza bene”.

“L’Unicaja è una squadra energica, giovane, coperta in tutti i ruoli, costruita per arrivare nelle prime 8 a livello continentale – prosegue lallenatore della Germani -. Per di più, è reduce da tre vittorie consecutive tra campionato ed EuroCup. Ha molto talento negli esterni e grossa solidità a livello di lunghi: anche per questo dovremo cercare di controllare il ritmo della partita ed evitare dare spazio al loro gioco in velocità. Dovremo essere capaci di giocare a un ritmo controllato, gestendo i rimbalzi e limitando il numero di possessi per evitare di esporci al loro tiro da tre e alle loro sfuriate in contropiede”.

“In EuroCup, ogni partita giocata fuori casa può avere un valore doppio in caso di risultato positivo – conclude Esposito -. In ogni caso, la nostra preoccupazione maggiore è quella di continuare a crescere dal punto di vista tecnico, dando seguito a quanto di buono si è visto contro Trieste, e concedere minuti a tutti per evitare di buttare via troppe energie, rischiando di pagare dazio nella partita successiva”.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Brescia 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: