Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Nel nuovo DPCM si va verso il ritorno agli eventi sportivi a porte chiuse

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/24-10-2020/dpcm-ritorno-eventi-sportivi-porte-chiuse-600.jpg

Social

Secondo alcune indiscrezioni che stanno circolando in questi minuti, il nuovo DPCM che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovrebbe firmare nella giornata di Domenica, consentirà lo svolgimento delle competizioni sportive, ma rigorosamente a porte chiuse. Saranno sicuramente vietate le partite dei campionati regionali e giovanili, che la Fip ha già comunque provveduto a rinviare al 29 Novembre, ma dovrebbero essere consentiti gli allenamenti. Questo quanto previsto dalla bozza del nuovo decreto all'articolo 6:

COMMA E

"sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, riguardanti gli sport individuali e di squadra - riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato italiano paralimpico (Cip) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali"

COMMA G

"lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro dello sport, è vietato, salvo che per le competizioni professionistiche nonché dilettantistiche di livello nazionale e comunque nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: