Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Venezia, coach De Raffaele ''Fare basket in questo contesto non è facile, come non lo è per tante categorie lavorative''

In occasione del post partita di Umana Reyer – Banco di Sardegna Sassari coach Walter De Raffaele ha espresso alcune considerazioni sulla situazione attuale.

“Per noi è un grande dispiacere non poter avere anche solo quei pochi tifosi con cui finora abbiamo potuto condividere, magari a rotazione, la gioia di vivere insieme le partite. E’ naturale che la cosa più importante in questo momento sia riuscire a lavorare perché per noi questo è un lavoro e una fonte di sostegno per le nostre famiglie. E con “noi” non intendo solo tecnici e giocatori, ma anche tutte quelle persone che gravitano attorno alla pallacanestro e sono tante. La situazione non è facile, la cosa più complicata credo sia riuscire ad isolarsi e auto motivarsi perché senza pubblico la motivazione va cercata all’interno del gruppo, con l’aiuto della panchina e la partecipazione di tutti i giocatori. Non ci sarà fattore campo, come spesso non c’è stato fino a questo momento. Fare basket in questo contesto assicuro che non è facile, come non lo è per tante categorie lavorative. C’è grande preoccupazione quotidiana anche se cerchiamo di non farlo notare e fare al meglio il nostro lavoro. In ogni caso la cosa più importante ora è andare avanti e avere la possibilità di lavorare, in una stagione difficile e particolare”. 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: