Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Cremona, coach Galbiati ''Arriviamo da una settimana difficile ma con Pesaro è una sfida molto importante''

In diretta Facebook dalla sala stampa del PalaRadi, coach Paolo Galbiati ha commentato la sfida con la Carpegna Prosciutto Pesaro in occasione della consueta conferenza stampa del venerdì. Queste le sue parole:

“Siamo a presentare una sfida molto importante, quella contro la VL Pesaro, squadra notevolmente cambiata rispetto agli ultimi anni. Giocano bene, difendono intensi, hanno giocatori di esperienza sia in Italia che in Europa. Sono la squadra che probabilmente corre meglio il campo, per far canestro in contropiede o in transizione. Dovremo essere bravi a controllare il ritmo della partita e a non farli correre. Non sarà una sfida facile.

Arriviamo da una settimana molto difficile per diversi problemi fisici e infortuni. C’è sempre grande disponibilità da parte di tutti anche se purtroppo abbiamo lavorato davvero in pochi. Ma lo accettiamo, fa parte dello sport. Vediamo chi riusciamo a recuperare. Come sempre, proveremo a fare la nostra migliore partita possibile tenendo sempre presente da dove partiamo e dove vogliamo arrivare.

Non stiamo bene fisicamente ma siamo mentalmente pronti. A Trento abbiamo giocato 27 minuti eccellenti, poi i due infortuni ci hanno privato di Lee e TJ Williams. Quando siamo andati sotto di quattro punti a due minuti dalla fine, una squadra senza mentalità l’avrebbe persa di quindici, noi invece l’abbiamo tirata al supplementare rischiando di vincerlo. Purtroppo siamo corti e ogni tanto ci mancano le energie, dovrò essere più bravo io a gestire le rotazioni. Sicuramente dobbiamo allungare il tempo in cui siamo “perfetti” in quello che vogliamo fare: eseguire, passarci la palla, non perderci in alcune situazioni. Con coach Repesa ho collaborato due anni, conosce la pallacanestro e le persone, è molto esperto e preparato. Da lui ho appreso tanto, sarà un piacere rincontrarlo. Speriamo di fargli uno scherzetto”.  

Fonte: ufficio stampa Basket Cremona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: