Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Fip vara i ''Distretti Agonistici'' per la stagione 21/22. Le Marche con Umbria, Abruzzo e Provincia di Campobasso

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/04-11-2020/vara-distretti-agonistici-stagione-2122-marche-umbria-abruzzo-provincia-campobasso-600.png

Social

Le spiacevoli situazioni verificatesi nel periodo estivo, dovute al periodo pandemico che ha stravolto ogni consuetudine legata a vari movimenti estivi delle società sul territorio nazionale, hanno spinto il Settore Agonistico della Fip ad adottare alcuni accorgimenti tecnici “per migliorare l’organizzazione dei vari campionati senior maschili e garantire a tutte le società un percorso piramidale più omogeneo”. Da qui la proposta, a partire dalla stagione 2021/2022, di raggruppare in “Distretti Agonistici” funzionali le attività di campionato dei Comitati Regionali.

Distretto 1: Lombardia;
Distretto 2: Emilia Romagna;
Distretto 3: Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige;
Distretto 4: Piemonte e Liguria (province di Genova, Savona e Imperia);
Distretto 5: Toscana e Liguria (provincia di La Spezia);
Distretto 6: Lazio e Sardegna;
Distretto 7: Marche, Umbria, Abruzzo e Molise (provincia di Campobasso);
Distretto 8: Puglia e Basilicata (provincia di Matera);
Distretto 9: Campania, Basilicata (provincia di Potenza), Molise (provincia di Isernia) e Calabria (province di Cosenza e Crotone);
Distretto 10: Sicilia e Calabria (province di Catanzaro, Reggio Calabria e Vibo Valentia).

La prima regione nominata sarà la capofila all’interno del distretto e avrà il compito di organizzare e armonizzare, sentite le Regioni coinvolte, l’attività agonistica senior maschile. Fermo restando quanto stabilisce lo Statuto federale in termini di autonomia gestionale, ogni Comitato Regionale, attraverso una o più decisioni del Consiglio Direttivo, stabilirà la composizione dell’organico dei campionati senior maschili. 

La società che si affilia, per la prima volta alla FIP, è assegnata automaticamente al Comitato Regionale competente per territorio dove ha ubicato la sede sociale. Tutta l’attività federale deve essere obbligatoriamente svolta all’interno del territorio di competenza del proprio Comitato Regionale o del distretto assegnato dal Settore Agonistico. Eventuali richieste di società per disputare campionati senior maschili in altri distretti diversi da quello originariamente assegnato, devono ottenere il nulla osta obbligatorio del Settore Agonistico, sentiti i Presidenti dei Comitati Regionali interessati.

Il mancato invio della documentazione e/o l’assenza del nulla osta del Settore Agonistico comporta la perdita del diritto di partecipazione al campionato cui la società ha richiesto e/o alla promozione al campionato superiore. Le società che al momento dell’approvazione della presente delibera si trovano a disputare campionati in Comitati e/o distretti diversi da quelli di originaria appartenenza, possono richiedere al termine della stagione sportiva, di rientrare nel proprio Comitato Regionale o distretto e di essere ammesse al campionato cui hanno diritto solo se esistono posti disponibili e fatti salvi i diritti di terzi interessati. Resta inteso che devono comunque ottenere il nulla osta sopracitato.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: