Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Milano, coach Messina ''Contro il Panathinaikos rimbalzi e difesa 1c1 saranno fondamentali''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/03-12-2020/milano-coach-messina-panathinaikos-rimbalzi-difesa-saranno-fondamentali-600.jpg

Social

Dopo aver battuto l’Alba Berlino nella gara di recupero del sesto turno di EuroLeague, che ha dato all’Olimpia la terza vittoria consecutiva, al Mediolanum Forum arriva il Panathinaikos Atene (diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player; palla a due alle 20.45). L’Olimpia ha tenuto l’Alba a 55 punti, il minimo dalla stagione 2013/14 in un Milano-Olympiacos 81-51. L’ha fatto concedendo appena 22 punti nel primo tempo, solo nove nel secondo periodo quando Milano ha messo le mani sulla partita grazie ad un parziale di 16-0, che ha legato i prime due quarti.

Coach Ettore Messina ha ruotato 12 giocatori e nessuno è stato impiegato più dei 22 minuti di Malcolm Delaney. Difendere forte sarà necessario contro il Panathinaikos che arriva ferito a Milano dopo i 97 punti subiti a Villeurbanne da una squadra ispiratissima al tiro e in grande forma. La squadra greca recupererà Shelvin Mack, inutilizzabile in Francia perché non ancora tesserato ai tempi del rinvio della partita.

L’OLIMPIA – La gara con il Panathinaikos è l’ultima in casa prima del 23 dicembre. In mezzo ci saranno quattro trasferte consecutive, Khimki, Barcellona, Fenerbahce ed Efes. Ma per ora c’è solo il Panathinaikos da fronteggiare, contro il quale l’Olimpia ha vinto tre delle ultime quattro gare comprese le ultime due giocate ad Atene. Ovviamente è una squadra molto diversa, con ben tre ex: oltre a Mack, ci sono Aaron White e soprattutto Nemanja Nedovic.

COACH ETTORE MESSINA – “Affrontiamo una squadra molto profonda e di grande talento fisico oltre che ben organizzata. Appena la scorsa settimana ha giocato una grande partita contro il Bayern e finora ha raccolto meno di quanto avrebbe potuto. Arriva a Milano con tre nostri ex giocatori che saranno fortemente motivati a fare bene. Per noi rimbalzi e difesa uno contro uno saranno assolutamente cruciali per provare a vincere questa gara”. 

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: