Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Civitanova, coach Mazzalupi ''La prima vittoria da coach in Serie B? Sono emozionato e la dedico ad Attilio Pierini''

Un primo tempo spettacolare, un secondo tempo con l’elmetto in testa a difendere quanto costruito prima. La Rossella Civitanova si regala un esordio casalingo da urlo e fa lo scalpo a una delle big del girone, la Pallacanestro Roseto.  Queste le parole di coach Emanuele Mazzalupi:

«Le sensazioni erano state positive già domenica scorsa a Teramo e questa settimana era stata dura perché a Teramo avevamo speso tante energie. Ma cuore e cervello ci sono sempre stati e giocando al nostro ritmo siamo riusciti a portarla a casa. Ero molto fiducioso prima della gara ed ecco il perché. Siamo stati bravi a contrastare la rimonta di Roseto, questa è una grande squadra e lo farà vedere nel corso del campionato. Siamo andati un po’ sotto a livello fisico nel terzo quarto quando loro sono andati coi tre lunghi insieme, con Lucarelli da 3. Abbiamo faticato a prendere i rimbalzi e a togliergli qualche canestro in quella fase, ma siamo rimasti uniti ed è venuta fuori la classe di Amoroso e Andreani con quei canestri che ci erano mancati a Teramo.

Ma tutti quanti hanno portato un mattoncino oggi, da Cognigni che ha giocato pochi minuti ad Andreani che ne ha fatti 35, passando per Vallasciani che non si è visto molto in attacco ma che è stato molto prezioso a rimbalzo e in altri frangenti. Lui e Felicioni sono l’anima della squadra, ci tengono davvero tanto e sono contento quando sfoderano queste prestazioni in partita. La prima vittoria da coach in Serie B? Non nego che sono un po’ emozionato, era anche la prima volta in casa e la vorrei dedicare ad Attilio, che anche oggi era al nostro fianco in campo».

Fonte: ufficio stampa Virtus Civitanova

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: