Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Olimpia Milano in trasferta a Barcellona, coach Messina ''Affrontiamo una squadra dotata di enorme talento''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/10-12-2020/olimpia-milano-trasferta-barcellona-coach-messina-affrontiamo-squadra-dotata-enorme-talento-600.jpg

Social

Dopo la terza vittoria esterna, a Khimki, segnando 102 punti, il livello di difficoltà per l’Olimpia si alza ulteriormente perché la seconda di quattro trasferte consecutive è a Barcellona, contro la squadra che capeggia la classifica con un record di 9-3. Il fatto che abbia perso due delle ultime tre gare, ma soprattutto per la prima volta sia caduta il Palau Blaugrana non rende la gara più agevole, semmai il contrario. Il Barcellona è seconda per punti concessi, appena 71.9 a partita, ma è capace di prepotenti esplosioni offensive, potendo contare su Nikola Mirotic che è primo nel tiro da due con un quasi insostenibile 78.6% e produce 16.1 punti e 6.0 rimbalzi di media.

Uomo da 319 partite con 12.3 punti di media nella NBA, con un passato importante al Real Madrid è chiaramente la grande star di una squadra che può contare sul miglior tiratore da tre punti, Kyle Kuric (69.7%), sull’MVP delle ultime Final Four (Cory Higgins), il secondo miglior passatore della storia di EuroLeague (Nick Calathes), un altro ex NBA (Alex Abrines) e Brandon Davies tra gli altri. Si gioca venerdì 11 dicembre alle 21.00, diretta su Eurosport Player.

L’OLIMPIA – Dopo i 102 punti di Mosca è salita al primo posto nella classifica dei punti segnati, con 83.5 di media, ed è prima anche nel tiro da tre con il 41.8%, unica oltre il 40% con Michael Roll e Shavon Shields tra i primi dieci della classifica individuale e Kevin Punter (52.3%) di fatto all’altezza dei migliori in assoluto, ma non ancora incluso a causa delle sole sei presenze. Punter attualmente è il primo realizzatore di squadra con 15.3 a partita, è sempre andato in doppia cifra ed è stato determinante nei finali di gara al pari di Malcolm Delaney, 10.9 punti e 4.6 assist a partita.

Shields ovviamente è reduce dall’eclatante prestazione di Khimki (record carriera di punti e valutazione), ma la partita ha avuto tanti protagonisti incluso l’avvio di gara di Kaleb Tarczewski. I 102 punti segnati a Mosca hanno pareggiato la quinta miglior prestazione offensiva dell’Olimpia in era EuroLeague, ma sono la migliore gara in trasferta senza l’ausilio di un tempo supplementare. I 28 assist invece rappresentano la seconda prestazione di sempre dopo i 29 di un Olimpia-Maccabi nel 2016. Ma è ancora più rilevante che l’Olimpia sia la squadra che perde meno palloni della competizione, 10.6 a partita.

COACH ETTORE MESSINA – “Affrontiamo una squadra dotata di enorme talento e grande organizzazione tattica. Venendo da una sconfitta, la troveremo supermotivata e superconcentrata. Siamo perfettamente consapevoli della difficoltà del compito che ci attende. Circolazione di palla e transizione difensiva saranno due degli aspetti cui prestare maggiore attenzione. Al tempo stesso, è bello sfidare una delle grandi favorite per la conquista del titolo”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: