Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Civitanova, Simone Rocchi ''Contro Jesi serviranno voglia e determinazione come Domenica scorsa''

Si avvicina a grandi passi il primo derby marchigiano della stagione per la Rossella Civitanova, attesa domenica pomeriggio (palla a due ore 17.30) dal match casalingo contro la The Supporter Jesi. Una partita tra due squadre in salute, cui la Virtus arriva dopo la convincente vittoria contro Roseto. Proprio dal successo di domenica scorsa iniziano le parole di Simone Rocchi.

«Nei primi due quarti siamo stati praticamente perfetti, sia in attacco che in difesa – rimarca la guardia classe 2000 – nel terzo e quarto quarto siamo stati bravi a restare lucidi quando Roseto si è rifatta sotto e noi stavamo perdendo ritmo. Ma con voglia e determinazione siamo riusciti a portare a casa questa partita molto difficile e fondamentale per noi, anche perché si giocava qui sul nostro campo».

Sul match contro Jesi Rocchi non ha dubbi. «Anche loro vengono da una vittoria importante contro una squadra molto forte come Ancona e questo ci permetterà di metterci a confronto con un’altra squadra di alto livello – aggiunge l’esterno biancoblu – serviranno le stesse voglia e determinazione che abbiamo avuto domenica scorsa per portarla a casa. Il fattore campo può darci un punticino di favore in più».

Rocchi era stato letteralmente immarcabile durante le tre gare di Supercoppa, mentre ha fatto più più fatica al tiro nelle prime due uscite di campionato. «Sono tranquillo, sento la fiducia dell’allenatore e della squadra, prima o poi arriverà il momento anche in campionato, non mi demoralizzo – assicura la guardia virtussina – qui a Civitanova ho trovato tante persone super, un grande staff, non mi hanno mai fatto mancare niente. È una città tranquilla ma dove l’affetto della gente si sente, mi trovo molto bene, sono felice di essere rimasto qui per il secondo anno consecutivo».

Ultime parole all’indirizzo della squadra “principe” della sua città, la Virtus Roma, che ha nei giorni scorsi deciso di ritirarsi dal campionato di Serie A per problemi economici. «Io ho giocato nelle giovanili dell’Eurobasket, ma era comunque bello e un orgoglio avere una squadra di Roma in Serie A e non solo – sottolinea Rocchi – l’abbandono della Virtus è come la caduta di un qualcosa di importante da un piedistallo. Una grave perdita non solo per Roma, ma per tutto il basket italiano».

Fonte: ufficio stampa Virtus Basket Civitanova Marche

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: