Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Senigallia, coach Paolini ''Una sconfitta che dà fastidio, ma che ci lascia in dote delle cose positive''

Terzo ko di fila per Senigallia, che a Vicenza manda in scena la ripetizione dei match contro Mestre della settimana scorsa (e in parte anche quella di Cividale al debutto): inizio positivo, momento di blackout, reazione e rimonta che però non porta a nessun punto.

"E' stata una partita molto tirata, controllata più dalle difese che dagli attacchi, con percentuali scarse nel tiro da 3 punti di entrambe le squadre", la prima analisi della sfida in terra veneta da parte di coach Paolini.

"Noi abbiamo avuto solo un attimo di sbandamento nel secondo quarto, che ci ha portato a finire il 1° tempo sotto di 15, ma siamo stati bravi a riportare il match nei binari giusti. Purtroppo ci è mancato ancora una volta il guizzo finale, che ci è già costato il ko con Mestre e a Cividale. Comunque buoni segnali dall'atteggiamento difensivo della squadra, che era stato il nostro tallone d'Achille delle prime due uscite: dobbiamo continuare su questa strada e migliorare i sincronismi offensivi, non benissimo oggi. Stiamo piano piano recuperando Gurini e abbiamo avuto qualche risposta in più dalla panchina. Alla fine una sconfitta che dà fastidio, ma che ci lascia in dote delle cose positive".

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Senigallia 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: