Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Teramo, Presidente Nardi ''Sono molto amareggiato. Questo non è quello che ho chiesto ai giocatori a inizio anno''

Seconda sconfitta consecutiva per la Teramo a Spicchi che perde il derby 55-69 contro la Giulia Basket Giulianova e incrina il castello di certezze sin qui costruito con un incoraggiante pre-campionato. Un inizio pessimo (6-18 al termine del primo periodo) compromette subito una partita sostanzialmente controllata sin dalla palla a due dalla squadra di coach Zanchi con pazienza in attacco e fisicità in difesa. Una reazione i biancorossi l’hanno pure mostrata, riuscendo ad arrivare in parità nel terzo periodo, ma poi non è arrivata la spallata decisiva per girare definitivamente il match. Anzi, la voglia della TaSp è stata contenuta, imbrigliata e annullata dai giallorossi che a loro volta hanno mostrato maturità e lucidità maggiore nelle fasi calde dell’incontro.

Al termine della partita il presidente Fabio Nardi ha mostrato tutta la sua amarezza per la prestazione offerta dai biancorossi: “Abbiamo giocato una brutta partita – ha commentato il numero 1 della Rennova Teramo – e sono molto amareggiato. La nostra deve essere una squadra che lotta su ogni pallone. E la partita contro Giulianova non ha rispecchiato affatto questo spirito, non ha rispecchiato quello che ho chiesto ai giocatori a inizio anno, non ha rispecchiato affatto quello che dobbiamo essere. Il campionato è duro e competitivo e le partite in casa non le puoi sbagliare. Invece noi nel derby abbiamo proprio sbagliato approccio e modo di stare in campo per tutti i 40 minuti. Ci sono momenti in cui si fanno i complimenti per una bella prestazione e altri momenti in cui non si possono fare complimenti, come in questa occasione”.

Stessa delusione trapela dalle parole di coach Simone Stirpe: “Anche stavolta – queste le considerazioni post-partita dell’allenatore teramano –, come contro Fabriano, abbiamo sbagliato approccio. Abbiamo subito la loro intensità sin dall’inizio, pur avendo lavorato in settimana per prepararci a questo tipo di avversario. Nonostante la partenza pessima siamo comunque stati bravi a recuperare e rientrare in partita giocando insieme. Siamo riusciti a tornare in parità ma poi abbiamo preso un altro break che non siamo riusciti più a colmare. Brava Giulianova perché in tutti i momenti importanti ha trovato i canestri anche difficili con giocatori di qualità come Panzini, Di Carmine e Cacace, per non parlare dell’atletismo di Thiam che sotto canestro ci ha messo in grossa difficoltà”.

Rennova Teramo: Serroni (c) 7 (1/7 3p, 2/2 2p, 0/2 1p), Gatti ne, Wiltshire 3 (0/1 3p, 1/1 2p, 1/1 1p), Faragalli F (0/3 3p), Guilavogui (0/1 2p), Faragalli C. 3 (1/3 3p), Rossi 5 (0/6 3p, 2/3 2p, 1/3 1p), Massotti ne, Esposito 4 (0/1 3p, 2/6 2p, 7r), Tiberti 21 (1/3 3p, 5/13 2p, 8/8 1p, 11r), Di Febo ne, Di Bonaventura 12 (1/4 3p, 2/9 2p, 5/7 1p, 7fs). All. Simone Stirpe, ass. all. Massimo Gramenzi.

Giulia Basket Giulianova: Scarpone S. ne, Di Carmine (c) 6 (0/1 3p, 2/5 2p, 2/2 1p), Spera 14 (1/1 3p, 4/6 2p, 3/5 1p, 8r), Tersillo 8 (1/3 3p, 2/3 2p, 1/2 1p), Tognacci 1 (0/2 2p, 1/2 1p), Panzini 5 (1/5 3p, 1/2 2p), Cacace 7 (1/4 3p, 1/3 2p, 2/4 1p), Malatesta ne, Thiam 14 (5/8 2p, 4/8 1p, 7r), Dron 14 (2/3 3p, 3/3 2p, 2/4 1p) Cantarini, Scarpone F. ne. All. Andrea Zanchi, ass. all. Giovanni Montuori.

Parziali: 6-18; 29-33; 43-51; 55-69.

Paolo Marini - Resp. Area Comunicazione Teramo a Spicchi 2K20
Photo Credits: Massimo Pompilii 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: