Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Euroleague, l'Olimpia Milano passa con autorità sul campo del Fenerbahce

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/15-12-2020/euroleague-olimpia-milano-passa-autorit-campo-fenerbahce-600.jpg

Social

L’Olimpia conquista (79-71) la quarta vittoria esterna della sua EuroLeague con una prova autoritaria a Istanbul, comandando praticamente per tutti i 40 minuti senza cali di tensione, perché quando l’attacco si è inceppato, Milano non solo era comunque avanti di venti, ma ha continuato a difendere e rendere improponibile la rimonta del Fenerbahce. Qui l’Olimpia non vinceva dal 2014 nelle Top 16 di allora. Tutti i dieci giocatori impiegati hanno portato il loro contributo, Malcolm Delaney ha risposto ad un infortunio alla caviglia sinistra nel primo quarto ritornando in campo e guidando la squadra assieme a Sergio Rodriguez, al rientro dopo tre gare di assenza.

IL PRIMO QUARTO – Il Fenerbahce parte con De Colo da playmaker e cerca di sfruttare i mismatch interni usando Dyshawn Pierre da guardia, accoppiato a Delaney. Ma i risultati migliori li ottiene con le triple dei due esterni, Pierre e Ulanovas. Sono quelle a tenerlo agganciato all’Olimpia, che costruisce quattro punti di margine con due triple di Zach LeDay nei primi cinque minuti. Con altre due triple, di Barthel e De Colo, il Fenerbahce fa 8-0 e scappa 18-14. Il parziale è interrotto da un canestro ravvicinato di Hines, poi arriva un’altra tripla, di Lorenzo Brown, e Coach Messina stoppa la partita, sotto 21-16. Dal time-out, l’Olimpia rientra con un jumper dalla media di Shields e una tripla di Datome che impatta subito la gara. Il 10-0 di risposta lo firma Hines a rimbalzo dopo una tripla in step-back di Shields. Ma è un primo quarto fatto di break e cotrobreak. Milano prende cinque punti di margine, il Fenerbahce mette un tiro libero con Hamilton e una nuova tripla allo scadere di Pierre. 26-25 Olimpia alla fine.

La nota
: Zach LeDay è andato in doppia cifra per la nona volta in questa EuroLeague già nel primo tempo in cui segnato 11 punti con tre triple.

IL SECONDO QUARTO – L’Olimpia riprova a partire con una tripla di Kevin Punter da rimessa dal fondo assicurata da un rimbalzo offensivo di Hines. La difesa tiene per qualche possesso, così il lungo jumper di Malcolm Delaney in transizione scava improvvisamente otto punti a favore di Milano dopo quattro minuti e mezzo. Con Tarczewski gravato di due falli, al passaggio in panchina di Hines, LeDay va da centro contro Duverioglu. Sul più 12 Olimpia, il Fenerbahce riprende ritmo al tiro con due triple di De Colo e Barthel. Milano ha LeDay in fiducia: dopo tre triple, mette un jumper dalla media che tiene Milano avanti di nove, 44-35 all’intervallo.

La nota
: il Fenerbahce ha tirato meglio da tre che da due nel primo tempo, con 8/12 dall’arco. L’Olimpia ha fatto 7/14 da tre ma ha tirato un solo tiro libero.

IL TERZO QUARTO – Vlado Micov aggredisce il secondo tempo segnando cinque punti consecutivi, con un reverse lay-up e una tripla. Milano schizza avanti di 14 dopo un rimbalzo d’attacco convertito da LeDay e un jumper dalla media di Punter. Il Fenerbahce riparte con le due torri Barthel e Duverioglu, che si fa sentire a rimbalzo d’attacco. Un gioco da tre di Shields scava 16 punti di divario quando l’avversario più ostico è ancora Barthel impiegato prima da ala forte e poi da centro. Milano finisce meglio anche il terzo periodo, difende davvero forte a tratti, poi Datome brucia la sirena con la tripla del 68-48.

La nota
: la difesa dell’Olimpia è salita notevolmente di tono nel terzo periodo in cui il Fenerbahce ha fatto 0/4 da tre producendo solo 13 punti.

IL QUARTO QUARTO – Duverioglu usa tutta la sua taglia fisica contro LeDay, usato da centro in questo frangente, per segnare due volte e ricucire a meno 16. L’Olimpia si smarrisce un po’ in attacco, sbaglia qualche tiro aperto, ma regge in difesa. Il Fenerbahce usa tutta l’estensione della panchina con Westermann e Biberovic, ma in cinque minuti in cui l’Olimpia produce solo due punti, torna solo a meno 16, anche se con il quarto fallo di Hines. La carestia offensiva però prosegue, include anche un layup misteriosamente sbagliato in contropiede, poi Rodriguez alza la voleè che manda a schiacciare Tarczewski, Shields ruba palla e serve un pallone comodo con il quale Punter allunga a più 16, 74-58, con 3:04 da giocare e il time-out di Coach Kokoskov. Il Fenerbahce ritorna a meno otto, quando l’Olimpia alza il piede dall’acceleratore troppo presto, ma succede a 10 secondi dalla fine. Il finale è 79-71.

Per i tabellini completi CLICCA QUI

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: