Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Civitanova, coach Mazzalupi ''Con sacrificio, grinta e cuore siamo riusciti a portare a casa la vittoria''

Contava vincere e vittoria è stata. Non è stata certo la Rossella dei giorni migliori quella vista a Montegranaro contro una Sutor gagliarda, che ha messo spesso alle corde i biancoblu. Ma con grande tenacia la Virtus, ancora priva di Andreani e con Casagrande e Vallasciani recuperati in extremis dagli acciacchi patiti in settimana, ha stretto i denti e trovato in volata un successo che vale oro. Queste le parole di coach Mazzalupi nella sala stampa della Bombonera:

«Bravi tutti, da chi ha giocato meno a chi ha giocato di più. È stata una partita difficile, nella quale non abbiamo fatto canestro come volevamo nonostante i tanti buoni tiri costruiti. Ma con sacrificio, grinta e cuore siamo riusciti a portarla casa. Non siamo stati belli, ma davvero efficaci soprattutto quando, sul -5, poteva scapparci via la partita. Nel secondo quarto eravamo stati bravi ad alzare l’intensità, a fare noi una partita garibaldina sporcandola un po’, sapendo che non potevamo giocarla per 40’ a metà campo. Qualche canestro in transizione ci ha dato fiducia e siamo riusciti a costruire un piccolo vantaggio, segnando quei canestri che nei quarti successivi non abbiamo più trovato.

Intanto recuperiamo la media inglese che avevamo perso con la sconfitta contro Jesi, in un campionato così breve è fondamentale riuscire a vincere qualche partita fuori casa. È dal 20 ottobre che non ci alleniamo insieme, veniamo da un’altra settimana problematica e questa vittoria ci dà la possibilità di affrontare con più serenità le partite che verranno, quella di domenica con Ancona e la successiva con Giulianova. Andreani? Sta crescendo giorno dopo giorno, è chiaro che molto dipende dalle sue sensazioni dopo 20 giorni immobilizzato. È un giocatore fondamentale per noi, la nostra anima e il nostro punto di riferimento. Oggi siamo stati bravi a non farcelo pesare così tanto e sono contento che Milani abbia segnato il canestro decisivo della partita: dopo due mesi tra covid e infortunio aveva bisogno di questa iniezione di fiducia». 

Fonte: ufficio stampa Virtus Civitanova

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: