Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Civitanova, coach Mazzalupi ''Nel 2° tempo ci è mancata energia. Gli episodi ci hanno penalizzato''

Una Rossella dura a morire, ridotta ai minimi termini da una piaga chiamata infortuni, paga un brutto terzo quarto e lascia strada non senza rimpianti alla Luciana Mosconi Ancona. Rimpianti perché ancora una volta i civitanovesi, già privi del lungodegente Andreani, perdono pezzi strada facendo, con Felicioni e Casagrande bloccati da dei problemi muscolari nella seconda metà di gara, quella che decide il risultato finale. Queste le parole di coach Mazzalupi a fine partita:

«Nel terzo quarto sicuramente non siamo rientrati con lo stesso piglio della prima metà di gara, ma ci è mancato qualcosa anche a livello fisico e di energia. Il tutto complicato dai problemi fisici di Felicioni e Casagrande. Alla fine l’abbiamo rimessa in piedi con la zona ma soprattutto con tanto cuore, peccato ci sia mancato il guizzo finale. Portiamo a casa comunque un’altra bella risposta a livello di gruppo. Il terzo quarto è stata la parte negativa del match, ma anche un finale non proprio lucido, con qualche episodio che non è stato a nostro favore e che ci ha penalizzato.

In una partita che si chiude con un piccolo scarto sono sempre gli episodi a fare la differenza, per cui con qualche difesa in più o qualche canestro non sprecato nel terzo e quarto quarto sarebbe potuta finire diversamente. Avevamo di fronte una squadra importante, con fisicità e talento da testa di serie, oggi si è vista tutta la caratura di Ancona. Dovevamo fare meglio, non ci siamo riusciti, ora voltiamo pagina e pensiamo a Giulianova: dovremo recuperare le energie dopo queste due partite in cinque giorni perché sarà una battaglia e i due punti in Abruzzo saranno essenziali. Andreani? È in netto miglioramento, monitoreremo giorno per giorno le sue condizioni e quelle degli altri usciti acciaccati da questa partita».

Fonte: ufficio stampa Virtus Civitanova 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: