Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Milano, coach Messina ''Complimenti ai ragazzi che hanno trovato energia e concentrazione dopo giorni molto complicati''

Così Coach Ettore Messina ha commentato la vittoria dell’Olimpia su Valencia: “Prima di tutto voglio ringraziare la squadra di Valencia per l’ospitalità che ci hanno garantito nei giorni in cui eravamo bloccati in Spagna. Poi voglio complimentarmi con i giocatori per come hanno mantenuto energia, intensità e concentrazione dopo giorni molto complicati. Siamo coscienti che i problemi nella vita sono altri, che non è la fine del mondo rimanere in trasferta cinque giorni, ma lo stesso sono contento che siano stati in grado di mantenere la concentrazione. E’ stata una partita in cui abbiamo giocato bene in attacco muovendo la palla e trovando tanti buoni tiri dagli angoli, soprattutto Gigi Datome è stato fantastico in questo.

In difesa siamo stati in grado di limitare il loro gioco in post-up, soprattutto Kalinic che è un incubo in quelle situazioni, e le penetrazioni dal palleggio in cui sono solitamente molto efficaci. Loro sono una buona squadra e sono rientrati in partita quando forse abbiamo pensato troppo presto che la partita fosse chiusa. Ma quando si sono avvicinati, abbiamo giocato quattro minuti davvero eccellenti, abbiamo difeso, abbiamo strappato qualche rimbalzo d’attacco e trovato i tiri giusti. La partita l’abbiamo chiusa lì. Adesso speriamo di trovare le energie per giocare un’altra buona partita a Berlino. Entriamo in una fase cruciale della stagione, anche la differenza punti può essere decisiva, ma dobbiamo pensare ad una gara alla volta, cominciando da Berlino. Non è facile regalare due giocatori come Shields e Micov, anche loro hanno delle assenze. Si tratta di vedere chi riuscirà a sopperire meglio”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: