Palestre e piscine verso la riapertura a partire dal 5 Marzo. Il CTS al lavoro sui protocolli da seguire

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/09-02-2021/palestre-piscine-riapertura-partire-marzo-lavoro-protocolli-seguire-600.jpg

Social

Il CTS ha stilato un documento, reso pubblico dal Corriere.it, in previsione di una possibile riapertura di piscine e palestre a partire dal prossimo 5 Marzo. La possibilità di svolgere attività fisica varierebbe in base alla colore nel quale si trova una determinata zona:

ATTIVITÀ SPORTIVA ZONA PER ZONA

Zona rossa e aree sottoposte a lockdown locali: sport individuali all'aperto
Zona arancione: oltre alle attività consentite in zona rossa, anche allenamenti individuali in palestre, piscine e tensostrutture ma solo per attività di base individuali oltre a quelle dilettantistiche non di squadra o non di contatto
Zona gialla: oltre alle attività consentite in zona arancione, consentiti allenamenti per sport da contatti e di squadra dilettantistico e di base

Il protocollo prevede diverse misure alle quali dovranno sottostare le palestre e le piscine. Vediamole nel dettaglio:

PALESTRE - "E' obbligatorio mantenere la distanza interpersonale minima adeguata all’intensità dell’esercizio, comunque non inferiore a 2 mt. E' obbligatoria la pulizia delle aree di contatto di ciascun attrezzo dopo ogni utilizzo da parte dell’utente con opportuno prodotto igienizzante. Bisogna evitare di lasciare in luoghi condivisi con altri gli indumenti indossati per l’attività fisica, ma riporli in zaini o borse personali e, una volta rientrati a casa, lavarli separatamente dagli altri indumenti. Occorre inoltre bere sempre da bicchieri monouso o bottiglie personalizzate. Occorre ancora gettare subito in appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati (ben sigillati); utilizzare ove possibile tappetini propri, o se di uso collettivo è obbligatorio igienizzarli prima e dopo la sessione di allenamento. Il documento vieta l’uso delle docce. Gli operatori delle strutture sportive sono obbligati a indossare correttamente la mascherina. Il numero di dispenser e la quantità di gel disinfettante da mettere a disposizione, va calibrato non solo in base alla superficie ma anche in funzione del numero di potenziali utenti che potrebbero utilizzarlo. I dispenser di gel igienizzante vanno previsti in maniera diffusa in tutti i punti di passaggio, inclusi l’ingresso all’impianto, gli accessi agli spogliatoi e ai servizi nonché gli accessi alle diverse aree".

PISCINE - "Sono previsti dieci metri quadri per persona in piscina e soltanto lezioni individuali in palestra. Per la pallanuoto la mascherina debba essere obbligatoriamente usata non solo dagli ufficiali di gara (ad eccezione dell’arbitro), ma anche dagli atleti in attesa di entrare in vasca e dagli allenatori, in particolare durante le interlocuzioni con gli stessi ufficiali di gara".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: