Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Pallacanestro Senigallia si arrende solo nel finale sul campo della Virtus Padova

Vittoria sofferta ma meritata quella che arriva contro Senigallia per l’Antenore Energia Virtus. Un successo 77-73 che giunge al termine di un match vissuto sulle montagne russe in cui la banda di coach Rubini – anche grazie alla grande prova dell’esordiente Brigato autore di 18 punti – riesce a riprendersi la vetta della classifica.

Avvio di partita molto positivo per i neroverdi: primo quarto che si chiude 22-15 con subito la buona impronta di Kevin Brigato, guardia trevigiana classe ’98 arruolato in Virtus per l’infortunio di Bocconcelli. Nel secondo periodo però Virtus mostra il primo blackout di serata con 5 minuti di carestia offensiva e con Senigallia che riesce a mettere la testa avanti con Gurini. A dare una svegliata alla Virtus è De Nicolao che crea l’assist che manda a canestro Morgillo per l’immediata risposta. L’Antenore Energia si sblocca e con i canestri di Rizzi, Schiavon e Pellicano ricrea un margine di vantaggio con cui andare all’intervallo positivi (36-27).

Virtus che parte col piede giusto anche nella ripresa piazzando un incoraggiante 13-4 di parziale. Ma Schiavon e compagni non riescono a chiudere il match. Senigallia infatti, nonostante le due belle triple di Brigato, riesce a ricucire grazie ad un importante break di 8. All’ultimo round si arriva sul 58-47 e con la partita ancora aperta. I timori di una possibile rimonta si concretizzano presto. Senigallia approfitta del secondo blackout neroverde e risale fino al pareggio 62-62 (tripla Giacomini). E’ il via ad un finale al cardiopalma. Gurini firma il sorpasso, Brigato risponde con un’altra bomba, Bianconi prova ad allungare, mentre Senigallia riesce a ricucire: si entra nell’ultimo minuto 70-69 per Virtus. Nei secondi finali Bianconi ancora una volta va a canestro ma la difesa Virtus perde una sanguinosa palla e si arriva al clamoroso 73-73 a sedici secondi dal termine. A otto dalla fine è De Nicolao ad inventare il canestro del sorpasso, Bianconi poi è bravissimo in difesa a contenere l’attacco dei marchigiani, e nel finale è Ferrari con due punti a mettere il sigillo sul 77-73 finale.

ANTENORE ENERGIA – SENIGALLIA 77-73

ANTENORE ENERGIA
: Pellicano 5 (1/4, 1/1), Rizzi 5 (1/2, 1/2), Schiavon 13 (5/5, 1/4), Morgillo 14 (5/9, 1/2), De Nicolao 11 (4/7, 1/5), Ferrari 3 (1/2, 0/1), Brigato 18 (3/4, 4/5), Bianconi 8 (2/4, 1/5), Marangon All. Rubini

SENIGALLIA
: Conte 4 (2/4, 0/1), Pierantoni 5 (1/1, 1/2), Giacomini 18 (3/6, 4/7), Giunta 2 (1/1, 0/1), Centis 3 (0/0, 1/1), Gurini 8 (0/2, 2/6), Cicconi Massi 8 (3/6, 0/0), Moretti 5 (1/3, 0/0), Pozzetti 15 (3/8, 2/7), Peroni 5 (1/6, 1/3) All. Paolini

Arbitri: Correale di Atripalda (AV) e Rodia di Avellino
Note: Parziali: 21-14, 15-13, 21-20, 20-26, tiri da due: 22/37 – 15/37, tiri da tre: 10/26 - 11-28, tiri liberi: 3/7 – 10/14, assist: 17-13, rimbalzi: 35-38

Fonte: ufficio stampa Virtus Basket Padova

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: