Npc Rieti, coach Rossi ''Rammarico per una partita che avevamo in controllo. Orgoglioso della nostra prestazione''

Primo quarto nel segno dell’equilibrio, Rodriguez da una parte e Taylor dall’altra sono i migliori dei rispettivi attacchi. Il primo break decisivo lo da Rush con stoppata e contropiede e poi la tripla sulla sirena che inchioda il punteggio sul 20-14 di fine primo quarto. Nel secondo quarto Rieti è più viva, difesa tosta e ritmo alto. All’intervallo Npc in vantaggio 40-37.
Continua l’equilibrio per tutto il secondo tempo, Rieti arriva sul +10 (41-51) ma da li in avanti sale in cattedra Roderick in attacco e difesa ma Rieti resiste ed al 30′ +1 ospite 53-52. Le energie vengono meno da ambo le parti, Rieti non riesce a chiuderla ed all’overtime il parziale iniziale di 8-0 dei romagnoli chiude praticamente la partita. Vince Forlì 88-84 ma Rieti è viva e la strada è ancora lunga. Coach Alessandro Rossi:

“Al termine della partita mi sento di avere due sentimenti contrastanti, grande orgoglio per la prova messa in campo, per cui se avessimo vino sarebbe stato meritatamente, dall’altra parte il rammarico poiché sentivamo di avere la partita in controllo ma non siamo stati molto bravi a gestire la fisicità di Forlì in alcuni momenti della partita. Rammarico anche per qualche imprecisione sul finale. Abbiamo comunque fatto la partita che volevamo contro una delle migliori squadre del girone, con innesti dell’ultimo minuto e anche qualche infortunio. Sono orgoglioso del fatto che la squadra abbia provato a strappare i due punti con tutte le sue forze ma adesso dobbiamo ricaricare le batterie in vista dell’importante derby con Latina”. 

Fonte: ufficio stampa Npc Rieti

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: