Pisaurum Pesaro, coach Surico ''Vogliamo confermare la nostra attitudine a creare problemi ai nostri avversari''

Pisaurum Pesaro pronto all'esordio nel campionato di Serie C Gold. I pesaresi, oggi pomeriggio, saranno impegnati dalla sfida sul difficile campo del Pescara Basket, una delle candidate al slato di categoria. A parlare nell'immediata vigilia della gara è stato coach Maurizio Surico.

- Dopo quasi 400 giorni di stop finalmente si riparte. Quali sono le tue sensazioni?
"Sarà un impatto strano. Si riprende a giocare una partita ufficiale senza aver fatto nessuna amichevole, anche se penso che è già importante rivedere due squadre in campo che si affrontano. Anche giocare senza pubblico sarà particolare e dovremo abituarci in fretta".

- Come è andata la preparazione? Pensi che la tua squadra sia pronta?

"Ci alleniamo ormai da un mese e mezzo, i ragazzi hanno tanta voglia di tornare a competere. Sono soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto, affrontiamo questo campionato con spensieratezza, senza particolare obiettivi. Affrontiamo avversari con roster molto importanti e competitivi, e noi scenderemo comunque in campo per fare bene e prenderci più soddisfazioni possibili".

- Che campionato ti aspetti?
"Penso che sia un torneo di alto livello, possiamo tranquillamente parlare di una "Poule Promozione". Noi abbiamo deciso di partecipare al campionato anzichè alla Coppa del Centenario per dare la possibilità ai ragazzi di fare un torneo stimolante. Sarà un'esperienza importante anche per poter valutare i ragazzi in vista della prossima stagione".

- Quale pensi possa essere il vostro obiettivo?

"Noi vogliamo confermare la nostra attitudine a creare problemi ai nostri avversari. Vogliamo comunque fare bene e cercheremo di dire la nostra contro ogni avversario, anche se ci attendono tante sfide difficili".

- Esordite sul campo del Pescara Basket. Che partita ti aspetti?
"Iniziamo la stagione affrontando il Basket Pescara che già ad Agosto era considerata come uno delle favorite per la vittoria finale. Annovera fra le sue fila giocatori esperti come il pivot Capitanelli e il play Grosso. Inoltre si avvale di due lituani, una guardia e un’ala forte con tanti punti nelle mani. Andiamo a giocarci questa partita con molta serenità e anzi con tanta curiosità per vedere come i nostri ragazzi affronteranno questo primo ostacolo, in una situazione che sicuramente sarà surreale: senza pubblico e dopo un anno di stop. Ma tornare a giocare e di già di per sé una mezza vittoria".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!