Npc Rieti, coach Rossi ''Sapevamo che era una missione impossibile. Contento per l'atteggiamento della squadra''

La Kienergia Rieti si presenta alla sfida contro Scafati senza giocatori importanti come Stefanelli, De Laurentiis e Pepper. Coach Rossi vede dunque dimezzato il suo quintetto che risente anche dell’assenza per infortunio di Tommasini e di un rientro, ancora non a pieno minutaggio di Amici. Spazio quindi ai nuovi arrivati e ai giovani guidati da Taylor, 25 pt per lui. I giallo blu sono stati in vantaggio per tutto il match ma i reatini non si sono mai arresi accorciando le distanze fino a tornare pericolosi anche nell’ultimo periodo. I padroni di casa però danno la zampata finale con Jackson e Benvenuti e conquistano il match 92 a 72. Nel post partita queste le dichiarazioni di coach Rossi:

“Sicuramente abbiamo reso la partita competitiva. Era il nostro obiettivo venire qui a Scafati e rendere questa partita un ottimo allenamento, poi se ci fossero stati i presupposti per provare a vincere, l’avremmo fatto. È chiaro che senza tre elementi del quintetto, tra l’altro tre dei quattro migliori marcatori della squadra, questa era una missione impossibile contro una squadra molto forte e ben allenata. Però posso dire che ci abbiamo provato. Abbiamo giocato con grande onore. Amici ha giocato i minuti prestabiliti con lo staff medico. In questo senso devo dirmi soddisfatto dell’atteggiamento della squadra e del modo di stare in campo fino alla fine, nonostante le defezioni. È chiaro che non vogliamo che il nostro campionato si riduca ad avere complimenti per una bella prestazione ma con ulteriori sconfitte e quindi già domenica con Napoli, anche se in condizioni difficili, dobbiamo provare a rialzare la testa. Dal punto di vista tecnico, è chiaro che in una partita di questo tipo, con una squadra di questo livello, le seconde opportunità e i punti dalle palle perse rappresentano un gap che diventa difficilmente colmabile a questo livello”.

Fonte: ufficio stampa Npc Rieti 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!