Janus, Paolo Fantini ''Viviamo un momento complicato. Dobbiamo restare tranquilli, il tempo per recuperare non manca''

Momento difficile in casa Janus Fabriano dove la scoperta di alcuni casi di positività (LEGGI QUI) al Covid-19 hanno costretto la società biancoblu a rinviare la sfida in programma oggi pomeriggio a Senigallia ed a rinunciare alla partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia in programma nel prossimo weekend a Cervia e Rimini. Ne abbiamo parlato con il General Manager del club fabrianese Paolo Fantini.

- Ciao Paolo puoi darci degli aggiornamenti e fare il punto della situazione su ciò che sta accadendo?
"La situazione è ancora in divenire ma è sicuramente complicata. Nei giorni scorso abbiamo avuto la conferma dal tampone molecolare di avere un positivo al Covid-19. Non appena siamo stati informati abbiamo provveduto a sottoporre tutto il Gruppo Squadra ad un giro di tamponi rapidi e da questi sono emersi altri 7 casi positivi e 2 con esito dubbio. Abbiamo informato la Asl che ha provveduto a disporre la quarantena per tutto il gruppo. Altri elementi che ieri sono risultati negativi stamattina hanno iniziato ad accusare qualche sintomo, per cui dobbiamo fare ulteriori verifiche per capire se ci sono altri casi di positvità".

- Cosa accadrà nei prossimi giorni?
"Come detto tutto il gruppo è in quarantena e l'attività sportiva è chiaramente sospesa. Non giocheremo stasera a Senigallia e non potremo partecipare alla Coppa Italia. Per la partita in programma Domenica 11 Aprile contro Vicenza invece dovremo vedere l'evolversi della situazione. Chi finora è risultato negativo dovrà sottoporsi al tampone molecolare il 6 Aprile, mentre chi è positivo lo farà il 7 a patto che non abbia sintomi. Dal risultato di questi esami capiremo l'evolversi della situazione".

- Quando riprenderete a giocare sarete costretti ad un tour de force per recuperare tutte le partite. Sei preoccupato che questo stop possa pregiudicare il proseguo della vostra stagione?

"E' vero, ci aspetteranno diversi turni infrasettimanali per rimetterci in pari. Oltre ad uno già in calendario ne dovremo giocare tanti quanti saranno le partite che dovremo rinviare. E poi inizieranno i playoff dove si giocherà sempre ogni tre giorni. Siamo sicuramente preoccupati per ciò che sta accadendo, ma se lo stop non dovesse essere superiore ai 15 o 20 giorni penso che ci sia tutto il tempo per rimetterci in forma per la parte finale e decisiva del campionato. Adesso dobbiamo rimanere tranquilli, pensiamo a recuperare e poi ci rimetteremo al lavoro".

Photo Credits: Marco Teatini - Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!