Virtus Civitanova, coach Mazzalupi ''E’ stata una battaglia. Ci abbiamo messo cuore, ma è mancata un po’ di lucidità''

Queste le parole di coach Mazzalupi alla fine gara persa dopo un supplementare dalla Virtus Civitanova sul campo dell'Unione Basket Padova:

«E’ stata una battaglia, ci abbiamo messo grande cuore, ma è mancata un po’ di lucidità, qualche episodio non ha girato a nostro favore e le percentuali non ci hanno aiutato. Una tripla aperta di Andreani poteva portarci a +6 nel supplementare e invece in un amen Padova è rientrata a -1 e noi ci siamo seduti sulle gambe. Il resto nei secondi finali l’ha fatto qualche fischio alquanto dubbio: penso all’infrazione di passi fischiata ad Amoroso e al non antisportivo concesso su Felicioni. Episodi che gridano vendetta, ma quel che conta è che i due punti non sono arrivati. I tanti rimbalzi offensivi concessi hanno pesato sicuramente, ne avevamo lasciati per strada 10 già e metà gara e questo ha portato a tanti secondi tiri e a tante occasioni nelle quali dovevamo e potevamo fare meglio.

A Padova va riconosciuto il merito di aver giocato con grande intensità, noi dovevamo fare di più ma non ce l’abbiamo fatta. L’esordio di Fabi? Si è subito messo a disposizione della squadra, al di là delle statistiche ha messo in campo ciò che sappiamo lui può dare: difesa, cuore, regia. Poi è chiaro che se avesse messo quella tripla alla fine staremmo parlando d’altro ora, ma sono molto contento della sua prova. Ciò non toglie che l’unica cosa che contava, la vittoria, non è arrivata. La classifica si accorcia ulteriormente ora, ma noi per uscire da questo periodo dobbiamo guardare solo a noi stessi. Era fondamentale vincere oggi, ma lo sarà lo stesso sabato prossimo in casa contro San Vendemiano e nelle partite successive. Ormai tutte le partite valgono doppio, dobbiamo andarci a prendere qualche punto nelle prossime partite». 

Fonte: ufficio stampa Virtus Civitanova

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!