La Farnese Pallacanestro Campli pronta al derby contro i Roseto Sharks

Questa domenica 28 marzo ore 18, si torna al Pala Borgognoni. La Farnese Pallacanestro lo aveva lasciato il 14 marzo con Dante nel suo 33esimo Canto del Paradiso che ricordava “All’immaginazione ora mancò la capacità, ma già il mio desiderio ed il volere erano soddisfatti, […]”; a rimarcare l’esordio nel ritrovato Campionato di serie C Silver, contro Porto San Giorgio e due punti portati a casa non senza difficoltà. Le emozioni più che sulla buona partenza nella nuova stagione, si erano concentrate sulla voglia di sentir molleggiare, scricchiolare, digrignare con i suoi fischi acuti sotto ogni scivolamento e palleggio del pallone il parquet del proprio palazzetto. Sì vuoto ma carico di speranza per un cammino verso la normalità appena intrapreso.

Una settimana fa, passaggio a vuoto per la classifica nella prima trasferta a Fossonbrone e ora di nuovo tra le mura amiche per la terza di stagione contro il Roseto Sharks, un derby dai sapori antichi che riporta a stagioni intense vissute tra la Nino Di Annunzio e l’appena inaugurato Pala Borgognoni. Una partita, quella in programma, che rappresenta un banco di prova importante per i ragazzi di coach Tarquini, focalizzati a trovare una continuità di gioco all’interno dei 40 minuti del match, obiettivo primario in queste prime uscite di questa stagione anomale e priva di un vera e propria fase di pre-campionato. Fluida continuità di gioco che è mancata proprio nella seconda uscita e che tutta la squadra ha messo come obiettivo nel breve periodo.

Questo contro il Roseto Sharks che non può e non deve essere ridotto, spulciando la classifica, a semplice confronto dei risultati ottenuti da entrambe le squadre nelle prime due uscite. I rosetani vengono da due sconfitte consecutive, ma sono una squadra giovanissima, che ha risentito delle vicissitudini della Pallacanestro Roseto, sorella maggiore in Serie B, visto che alcuni componenti del roster fanno parte del gruppo under che completano il gruppo squadra di coach Trullo e quindi fermi per causa maggiore negli allenamenti. Guidati da coach Di Gianvittorio, i bianco azzurri presentano nel gruppo squadra di moltissimi giovani della città delle rose, tra cui un nome carissimo alla storia passata e recentissima dei bianco/rossi e della città di Campli Niccolò Gaeta, uno dei figli di “Bella Enri” al secolo Enrico Gaeta.

Il Gae senior nelle sue due vite farnesi ha fatto impazzire i tifosi in Serie B d’Eccellenza prima, poi con i galloni da capitano li ha portati a spalla dalla C alla recentissima Serie B di LNP, passando per una finale di Coppa Italia. Una partita che si prospetta ricca di spunti, con alto tasso agonistico ed è sempre un derby! Ricordiamo a tutti i tifosi farnesi che lo chiedono insistentemente: la partita per i rigidi protocolli FIP è a porte chiuse, per soddisfare la voglia di Pallacanestro sarà predisposta una diretta Facebook del match senza telecronaca. Appuntamento da segnare in agenda: domenica 28 marzo ore 18 Pala Borgognoni di Campli, molleremo solo dopo l’ultima sirena! 

Fonte: ufficio stampa Farnese Pallacanestro Campli

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!