L'Unibasket Lanciano verso la sfida contro il Pescara Basket. Le parole di Dusan Ranitovic

Domenica pomeriggio alle ore 18:00 (diretta tv e streaming a cura di Telemax) torna in campo l’Unibasket Lanciano che per il primo impegno post-pasquale dovrà vedersela contro il Pescara Basket. A parlare in casa rossonera è capitan Dusan Ranitovic che in questa intervista ha toccato vari temi riguardanti la prima parte di stagione dei Frentani.

- Ciao Dusan, questo è il tuo terzo anno consecutivo con la maglia dell'Unibasket e da questa stagione ne sei diventato anche il capitano. Come vivi questo nuovo ruolo?
“Quello di capitano è un ruolo nuovo e per me rappresenta un’esperienza molto particolare: cerco sempre di essere all'altezza delle aspettative che questa posizione impone e di guidare questa squadra nel miglior modo possibile! Fortunatamente in questo mi aiutano due miei compagni di squadra che essendo più grandi di me sanno sempre come consigliarmi”

- Il Lanciano questa stagione è composto da tanti volti nuovi e da atleti giovanissimi. Tu che oltre ad esserne il capitano sei anche uno dei giocatori più esperti cosa pensi delle potenzialità di questo gruppo?
“Se prendiamo in considerazione questi aspetti (i tanti innesti e l’età media del roster) si nota quanto margine ci sia per crescere e migliorare e per dimostrare a pieno quello che è il nostro potenziale. Nessuno può sapere davvero quali siano i nostri margini di crescita e dove potremmo arrivare, ma io dico che con un buono e duro lavoro possiamo crescere un gradino alla volta ogni giorno e come gruppo cercare sempre di ottenere i migliori risultati possibili”

- In particolare su quali aspetti credi che si debba lavorare?
“Certamente ognuno di noi, me in primis, deve e può fare meglio sotto l'aspetto tecnico e tattico, invece come squadra dobbiamo cercare di far crescere il nostro affiatamento, ma questo non è un aspetto semplice perché molti dei nostri ragazzi sono giovanissimi e naturalmente non hanno molta esperienza sul campo. Questa è una difficoltà a cui si può ovviare soltanto con l’allenamento giorno per giorno e per questo ringrazio soprattutto coach Di Tommaso ed il suo staff per quello che cercano d’insegnarci quotidianamente”

- Mercoledì scorso contro Matelica eravate riusciti a tornare in partita dopo essere stati in svantaggio di 14 punti. Cosa è mancato per portare a casa quella vittoria?
“Quella contro il Matelica è stata una partita bella e difficile al tempo stesso. Nell’ultimo quarto eravamo in forte ritardo con il risultato, ma progressivamente siamo riusciti ad avvicinarci e ad arrivare a soli tre punti all'avversario. Peccato perché alla fine qualche nostra decisione sconsiderata insieme alla mancanza di esperienza ed alle tante energie spese, ci sono costate un possibile successo”

- Domenica invece arriva il Pescara Basket, altro team di livello: che avversario ti aspetti di trovare e cosa servirà per superare un ostacolo così impegnativo?
“Il Pescara Basket è una squadra molto forte ed estremamente competitiva, stiamo studiando approfonditamente le loro caratteristiche per capire i loro punti forti e quelli deboli. Ci stiamo preparando al meglio nel tentativo di conquistare la seconda vittoria della stagione e daremo senz’altro fondo a tutte le nostre energie per riuscirci”

Simone Cortese - ufficio stampa Unibasket Lanciano 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!