Ufficiale, Riccardo Graciotti è un nuovo giocatore della Robur Osimo

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/10-04-2021/ufficiale-riccardo-graciotti-giocatore-robur-osimo-600.jpg

Social

G.S. Robur Basket Osimo è lieta di annunciare di aver aggregato al Roster a disposizione di coach Leonardo Castracani, Riccardo Graciotti, classe 1996, guardia di 185 centimetri. Riccardo è un altro talento made in Osimo cresciuto nel settore giovanile Roburino, che torna a casa ed è pronto a difendere i colori della sua città nella Coppa del Centenario, che avrà inizio Domenica 2 Maggio al Palabellini.

Guardia dotata di un ottimo tiro dalla lunga distanza, Riccardo è ben noto e apprezzato per le sue grandi doti balistiche che gli hanno permesso di produrre grandi prestazioni nel Campionato di Serie D , dove per molti anni è stato uno tra i migliori realizzatori. Dopo tutta la trafila nelle giovanili della Robur Osimo , Riccardo ha avuto modo di esordire già da giovanissimo nella prima squadra della Città all’età di 18 anni. Ha fatto parte del Roster che prese parte al Campionato di DNC e di Serie C Nazionale , prima di decidere di andare a farsi le ossa e costruirsi come giocatore in campionati minori.

Seguono ottime stagioni tra Polisportiva Futura e Basket Auximum, di cui Graciotti è stato sicuramente uno degli elementi di spicco. Ha chiuso l’ultima stagione a quasi 15 punti di media , prima dello stop forzato causa Covid.
Riccardo è motivato a far bene e dimostrare di essere pronto a fare il salto di categoria. Ha già iniziato ad allenarsi , a partire da Mercoledì , con il resto dei compagni in vista dell’esordio stagionale. Anche per Riccardo grande gioia da parte della società di piazzale Bellini , che è riuscita a riportare a casa un altro ragazzo cresciuto e formato tramite la Robur Basket. Ancora una volta , pur non rinunciando a costruire squadre di qualità , la società concretizza la sua volontà di dare spazio ai ragazzi meritevoli di Osimo, cresciuti nel settore giovanile della Robur.

Fonte: ufficio stampa Robur Osimo 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!