Treviso, coach Menetti ''Un passo indietro per quanto riguarda la combattività. I problemi maggiori siano stati in difesa''

Coach Max Menetti ha commentato la sconfitta interna subita dalla De' Longhi Treviso contro la Pallacanestro Varese. Queste le sue parole raccolte dall'ufficio stampa della società trevigiana:

“Aldilà di quello che ha fatto Varese, credo che vada analizzato quanto fatto da noi, ossia un passo indietro per quanto riguarda la combattività: eravamo sempre un passo indietro. Dopodiché, l’idea di dover fare qualcosa in più per recuperare ci ha mandati fuori equilibrio. Sono cose che purtroppo capitano ed è evidente che il nostro grande sforzo deve essere combattere il senso di appagamento, perché è una piccola abitudine che rischi di portarti indietro ogni giorno. Durante la partita ci sono costati, ad esempio, due palle vaganti non recuperate nell’ultimo periodo, i molti errori e i tiri subiti alla fine dei quarti. Non abbiamo usato gli strumenti giusti, quali l’attenzione, il controllo della frenesia e il giocare possesso per possesso. Non è stata assolutamente una mancanza di impegno o di ‘fame’.

In attacco non siamo stati particolarmente omogeni e abbiamo proseguito a strappi, ma è evidente che i problemi maggiori siano stati in difesa. Non siamo riusciti a infilare tre possessi difensivi consecutivi con continuità. Se avremo queste consapevolezze credo che potremo rimetterci in sesto velocemente. Adesso abbiamo poco tempo per guardare qualche clip e poi pensare al match contro la Virtus, l’avversaria migliore per riscattarsi e dimostrare la voglia di dare tutti noi stessi. Quello che è successo oggi deve rappresentare uno stimolo per mercoledì.” 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!