Real Sebastiani Rieti, coach Righetti ''I ragazzi meritano il primato. Ma la strada è ancora lunga''

Grazie all’undicesima vittoria esterna della stagione, ottenuta sul difficile campo di Nardò, la Sebastiani mette il sigillo sul primato e, al di là di come finirà il recupero del prossimo 12 maggio contro Ruvo di Puglia, diventa inarrivabile. Ora, per capire chi sarà l’avversario nel primo turno dei playoff (l’ottava del girone C) bisognerà attendere lo svolgimento di diversi recuperi.

“È stata una gara piuttosto impegnativa sotto ogni punto di vista, contro una squadra che, seppur con diverse assenze importanti nel quintetto-base, ha dimostrato qualità dall’inizio alla fine. E quando in ballo c’è un obiettivo importante come oggi, non è mai semplice perché contro di noi chiunque raddoppia e triplica l’impegno e le forze. Sono ampiamente soddisfatto perché questa squadra è dal 18 di agosto che sta insieme, che lavora sodo per tentare di arrivare fino in fondo ed ha sempre dimostrato carattere e attributi quando serviva. Si meritano questo primato, perché i sacrifici settimanali vengono ripagati, anche se è ancora lungo il cammino. Paci? Paolo è un giocatore importante per noi, sia in attacco, che in difesa. Stasera non è stato fortunato all’inizio e con tre falli dopo metà gara è stato penalizzato. Ma la sua bravura è stata nel non uscire dalla partita sotto l’aspetto mentale e nel finale ha fatto cose importanti. Al di là dei singoli, però, questa squadra ha capacità importanti”. Queste le parole di coach Alex Righetti al termine della gara.

Fonte: ufficio stampa Real Sebastiani Rieti 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!