La Vigor Matelica si ferma contro Pescara. Le parole di uno scatenato coach Cecchini

La Vigor Matelica incassa la sconfitta interna nello scontro diretto contro il Pescara Basket. A fine partita queste sono state le impressioni di coach Cecchini:

"E' stata una partita iniziata, parlo di me e dello staff tecnico, con molto nervosismo in quanto il medico è arrivato solamente 2 minuti prima della palla a due e questo ci ha fatto stare in apprensione durante tutta la fase di riscaldamento. Venendo alla partita posso dire che la squadra in campo ha fatto, sia in attacco che in difesa, ciò che avevamo preparato, eseguendo comunque il piano partita. All'inizio abbiamo subito parecchio a rimbalzo e questo ha dato a Pescara tanti secondi tiri, così come abbiamo pagato tre errori difensivi di Alunderis sul loro pick n' roll. Questo ha permesso ai nostri avversari di allungare e di conquistare un vantaggio vicino alla doppia cifra che è rimasto costante per tutto il primo tempo. Nel terzo quarto abbiamo abbassato il quintetto provando ad aumentare l'aggressività e l'intensità, e devo dire che ci siamo anche riusciti. I problemi di falli ci hanno costretto a mettere in campo diversi quintetti sperimentali. Detto questo, non posso però non sottolineare come tra le due sfide contro il Bramante e quella di Sabato contro Pescara abbiamo tirato con 8/82 da tre punti e 31/58 nei tiri liberi. Una percentuale troppo insufficente per pensare di vincere questo tipo di partite. Probabilmente non abbiamo la necessaria personalità per affrontare avversari di questo livello.

Purtroppo anche in questa partita abbiamo avuto a che fare con un arbitraggio scadente e non lo dico per lamentarmi perchè abbiamo perso. Si fa veramente tanta fatica a capire il metro arbitrale, anzi spesso ho la sensazione che alcuni fischi siano veramente a fatti a caso. Venendo da alcuni campionati fatti nel Lazio posso dire che c'è veramente un abisso tra il livello delle due classi arbitrali, da una parte c'era dialogo e confronto, mentre di qua c'è solo tanta presunzione ed arroganza. Ad un campionato di Serie C Gold che alza il livello non c'è un innalzamento del livello della classe arbitrale. Nel Lazio ad esempio prima dell'inizio del campionato tutti gli allenatori si incontravano con gli arbitri per una riunione di confronto, e la cosa era molto utile".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!