L'Upr Montemarciano verso l'esordio contro Recanati. Le parole di coach Alessandro Rinolfi

A poco più di 48 ore dall’esordio nella Coppa del Centenario abbiamo deciso di dare voce al “santo tiratore” Alessandro Rinolfi chiamato un mese fa a “pilotare” la squadra bianco blù in questo torneo che inizierà per i montemarcianesi domenica 9 maggio sul difficile campo di Osimo contro una big, la Pallacanestro Recanati di coach Padovano.

Coach, ancora 48 ore e poi si “riparte” dopo oltre un anno, sensazioni?
"Dopo tanto tempo senza gare, la voglia di ripartire è tanta… come è tanta l’emozione di ritornare in campo".

Come procede la preparazione? La squadra come risponde alle sue direttive e a quelle del preparatore atletico Marco Papa?
"Conosco Marco da tempo, siamo subito entrati in sintonia. La squadra risponde bene alle nostre direttive, è passato 1 mese dal mio arrivo, mi sono subito integrato con i ragazzi che sento molto motivati".

Che sensazione ha, nel ritrovare dopo un anno il campo da gioco e dopo quasi 10 anni tornare ad allenare in C silver, campionato che lei ha dominato da giocatore realizzando più di 17.000 punti?
"Come ho già detto, tornare in campo scatena molte emozioni, non ho esitato ad accettare la proposta del Presidente Samuele Simoncioni che mi ha dato la possibilità di tornare ad allenare in serie C. Come giocatore parliamo di altri tempi".

Montemarciano, società in ascesa che lo scorso anno ha fatto un grande torneo, rivelandosi sorpresa del Campionato. Cosa ci dice in merito?
"Spero di essere all’altezza di questa società, l’anno scorso era seconda alla sospensione del campionato, hanno dato dimostrazione di grande forza dando merito anche all’allora allenatore David Luconi".

Domenica esordio difficile a Recanati, squadra costruita per vincere, cosa teme degli avversari e cosa ha preparato per arginare la vena offensiva degli uomini di coach Padovano?
"Partita difficile, avversario ben costruito, confido nell’entusiasmo e nella gran voglia di rientrare campo dei miei ragazzi e sul lavoro di tutto il team".

Ultima domanda: cosa si aspetta dal torneo e a fine torneo?

"Prima di tutto divertirci, poi ce la metteremo tutta per fare il meglio possibile".

Fonte: ufficio stampa Upr Montemarciano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!