La Sutor Montegranaro sfiderà Mestre. Giuseppe Angellotti ''Un avversario ostico che contro di noi ha giocato molto bene''

Sarà dunque la Vega Mestre l’avversaria della Sutor Basket Montegranaro nella prima serie dei playout salvezza. Il verdetto è emerso dopo che la Pontoni Falconstar Monfalcone ha avuto la meglio sulla Ristopro Fabriano, in uno dei tanti match di recupero di questo campionato causa Covid-19 e che il giorno dopo l’Aurora Jesi battendo l’Antenore Padova, si è garantita la salvezza. Le prime due sfide si giocheranno a Mestre, domenica 16 (ore 18.00) e martedì 18 maggio (ore 20.30). Gara 3 si disputerà a Montegranaro venerdì 21 maggio (ore 20.30) e l’eventuale gara 4 si terrà sempre nella cittadina veregrense domenica 23 maggio (ore 18.00). La possibile bella ci sarà a Mestre mercoledì 26 maggio (ore 20.30). Quindi la sfida sarà anche tra due coach marchigiani, l’anconetano Piero Coen che da subentrato ha fatto molto bene in veneto e Marco Ciarpella che guida ormai da una vita la Sutor Montegranaro. Con Giuseppe Angellotti abbiamo provato a capire il momento attuale della Sutor Montegranaro.

Giuseppe Angellotti, alla fine giocheremo con Mestre, che ne pensa si questo accoppiamento playout?
“Ci è capitato Mestre, un avversario ostico che ha giocato davvero bene contro di noi quando lo abbiamo incontrato. Ha un modo difensivo di approcciare alla partita che ci ha messo in difficoltà, sto parlando della loro difesa a zona che noi in quella occasione non siamo stati in grado di digerire bene. Però in questo momento dobbiamo pensare più a noi stessi che a chi andremo ad affrontare perché la squadra ha dimostrato in questa stagione, anche in partite dove il pronostico non era a nostro favore, di potersela giocare con tutti”.

La Vega è una squadra che grazie alla cura Coen è cresciuta tantissimo, come si spiega questo cambiamento in positivo dei veneti?

“Non so dirlo, da fuori è difficile. Però in questo finale di stagione, con alcuni risultati importanti ottenuti, Mestre ha dimostrato di poterci stare in questo campionato”.

Che torneo è stato quello che la Sutor ha dovuto affrontare in due fasi ben distinte coincise anche con l’avvento di nuovi giocatori?
“Voglio partire da un concetto preciso, questa è una squadra dove l’impegno di tutti non è mai mancato. Ci sono state due partenze importanti come quelle di Minoli e Stanzani e l’arrivo di due ragazzi bravi come Marini e Aguzzoli. I nuovi posso dire che si sono integrati bene e stanno facendo di tutto per dare il loro miglior apporto. Vedo bene la Sutor e spero che alla fine il traguardo che ci eravamo prefissati ad inizio anno, possa essere raggiunto”.

Fonte: ufficio stampa Sutor Basket Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!