Partenope Sant'Antimo, Filiberto Dri ''Nei playoff si azzera tutto. Contro Fabriano vogliamo provarci''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/16-05-2021/partenope-sant-antimo-filiberto-playoff-azzera-tutto-fabriano-vogliamo-provarci-600.jpg

Social

Si parte! Questo week end scattano ufficialmente i playoff di serie B. Il tabellone #3, quello in cui è stata inserita la Geko, è stato inaugurato ieri sera dall’anticipo tra Cividale del Friuli e Arechi Salerno, poi oggi toccherà agli altri 3 quarti di finale tra cui quello tra la Ristoprò Fabriano e Sant’Antimo. Sarà solo Gara-1 di una serie da giocare al meglio delle cinque, ma per la giovane Geko e per l’intero progetto PSA, sarà anche una tappa fondamentale di un un percorso di crescita costante.

Qui Geko – Ultimo allenamento al PalaEdilgen in mattinata, poi pranzo tutti insieme e partenza alla volta di Fabriano. La Geko è pronta a tuffarsi in questi playoff, che rappresentano un traguardo importante per la società e un appuntamento importantissimo per tutti. “Si lavora un anno intero per arrivare a questo punto – dice Filiberto Dri – è chiaro che siamo carichi a molla per andarci a giocare questo playoff. Lo abbiamo voluto, ci abbiamo creduto anche quando oggettivamente poteva sembrare complicato da raggiungere, e ora vogliamo giocarcelo al massimo. Certo ci entriamo da ottavi, e quindi andremo subito a sfidare una testa di serie numero uno, ma alla fine abbiamo già dimostrato in questa stagione di potercela giocare con tutti, su tutti i campi. Nei play off si azzera tutto, è vero, ma nello spogliatoio abbiamo parlato, e alla fine vogliamo provarci. Perché no?”.

Alle motivazioni naturali, Filiberto aggiunge quelle da ex. A Fabriano ha giocato due anni, è stato capitano. “A Fabriano sono stato bene, la società è ambiziosa e lavora all’obiettivo promozione da almeno tre stagioni. La squadra è completa in ogni reparto e ha dimostrato sul campo, anche dopo esser stata fermata dal Covid, di essere una vera corazzata. Ma come dicevo, a questo punto della stagione non vogliamo fare la vittima sacrificale di nessuno. Abbiamo recuperato Biagio che per noi è un giocatore importante, c’è Matteo Bini che potrà darci una bella mano e abbiamo un gruppo compatto che è reduce da un finale di stagione in crescendo. C’è entusiasmo, c’è voglia, siamo pronti”. Recuperato Biagio Sergio, che ha ripreso gli allenamenti giovedì, è in ripresa anche Alessandro Sperduto. A Fabriano esordirà in maglia Geko Matteo Bini.

Qui Fabriano – Sedici vittorie a fronte di sei sconfitte, due delle quali maturate nei recuperi dell’ultima settimana a primato già blindato. La Ristoprò ha confermato i pronostici estivi vincendo il Girone C della Serie B, e lo ha fatto nonostante un focolaio Covid l’abbia fermata per un mese nel bel mezzo della seconda fase. I ragazzi di coach Pansa hanno ripreso il loro cammino giocando sei partite tra il 25 aprile e l’8 maggio e vincendo gli scontri diretti con Vicenza e Cividale che valevano di fatto la testa della classifica.

Una gran prova di forza per un gruppo lungo e completo, che nella prima parte del campionato ha avuto ben 8 giocatori con 8 o più punti realizzati di media. Il bomber designato sarebbe Roberto Marulli, guardia eclettica capace di rendersi pericoloso anche al di fuori dei giochi (14.4 punti con il 51% da tre nella seconda fase), ma hanno punti nelle mani anche le ali Radonjic (13.9 con 6.4 rimbalzi) e Scanzi, e il playmaker Merletto. A questi vanno poi aggiunte la grande esperienza di Luca Garri, alla seconda stagione fabrianese, e la solidità di Kassar (10 punti e 6.8 rimbalzi nella seconda fase) e Boffelli, ultimo arrivato ma già ben inserito nel roster biancoblù.

L’appuntamento – Si gioca al Palasport Comunale di vi Fontenera, a Cerreto d’Esi, domani alle 19:00. La gara, a porte chiuse, sarà trasmessa in diretta streaming per gli abbonati o acquistabile singolarmente (€ 3.99) sulla piattaforma LNP Pass. Arbitreranno i Signori Fulvio Grappasonno di Lanciano (CH) e Simone Settepanella di Roseto degli Abruzzi.

Fonte: ufficio stampa Partenope Sant'Antimo 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!