L'Unibasket Lanciano sfiora il colpaccio sul campo del Bramante Pesaro

Sfiora il colpo esterno l’Unibasket nella gara giocata questa sera a Pesaro, sponda Bramante e valevole per il II turno della “fase ad orologio” del Campionato di Serie C Gold. Il finale arride ai padroni di casa che si portano a casa i due punti, ma la gara della Palestra Galilei ha visto oggi un Lanciano tonico e sempre reattivo che nonostante il 78-72 finale ed il rammarico per una rimonta fermatasi sul più bello, esce assolutamente rinfrancato nel morale e nell’animo, dal confronto con una delle corazzate del torneo. I ragazzi di coach Di Tommaso hanno dato filo da torcere ai marchigiani che avanti di ben 18 lunghezze nell’ultimo quarto, hanno faticato a contenere la carica e la freschezza di un Lanciano mai domo, bravo a trovare ritmo e canestri e costringendo i padroni di casa a sudare le proverbiali “sette camicie” per portare a casa un successo che appariva ormai scontato.

Questa la cronaca della gara:
Nicolini manda in campo il quintetto composto da Gnaccarini, Giampaoli, Ferri, Panzieri e Pipitone mentre coach Di Tommaso disegna uno starting five con Ucci, Dabangdata, Dabetic, Ranitovic e Munjic. Il Bramante parte subito bene conquistando il primo possesso ed andando a segno con la tripla di Gnaccarini, ma i Frentani tengono botta con il canestro di capitan Ranitovic. L’equilibrio regna sovrano con i punti del solito Gnaccarini e di Panzieri da un lato e quelli di Munjic e Ucci dall’altro. I pesaresi gestiscono più il possesso ma un passaggio avventato di Giampaoli, innesca l’intercetto e la corsa di Dabangdata che indisturbato marca il primo vantaggio abruzzese (9-11): Bertoni riporta subito avanti i suoi prima che una bella tripla di Ucci valga il primo vantaggio lancianese (14-13). Il Bramante non ci sta e sull’asse Giampaoli-Pipitone riesce a chiudere la primissima parte di gara avanti di 5 lunghezze (21-16).

Nel secondo quarto si segna pochissimo con gli errori a farla da padrona in entrambi i lati: il primo canestro arriva dopo tre minuti con Giando Ucci che in contropiede taglia la difesa pesarese costringendo Nicolini al time-out. Al rientro in campo è il giovanissimo Stefani a recitare un ruolo da protagonista con quattro punti di fila, con il Lanciano che prova invece ad aggrapparsi ai chili di Kadjividi: una schiacciata del giovane camerunense riporta l’Unibasket ad un solo possesso di distanza, ma sul 25-23 è un break griffato da Ferri e Pipitone a scavare il primo significativo distacco tra le due squadre, con il Bramante che va a riposo sul 31 -23. La penultima frazione si apre con un errore dall’arco di Dabangdata e con il gancio di Pipitone che vale il +10 biancoblù: l’Unibasket fa fatica a trovare la via del canestro avversario e ancora Panzieri porta a quattordici il gap di punti tra Pesaro e Lanciano (49-35). Ranitovic (doppia-doppia per lui oggi con 23 punti e 13 rimbalzi) prova a tenere i suoi a galla, sostenuto dal buon momento di Kadjividi, bravo a ricucire fino al 50-40 che chiude il terzo quarto.

L’ultimo quarto è ancora aperto dai padroni di casa che con il tap-in di Benevelli, la tripla di Gnaccarini ed il canestro di Giampaoli dilagano sul + 18 (59-41) pensando di aver ormai chiuso la pratica Lanciano: è nel momento più buio e di maggiore difficoltà della serata che invece i ragazzi frentani trovano la forza e la lucidità per tornare prepotentemente in partita. Il Lanciano inchioda il Bramante con un secco break di 10-0 (canestro più fallo di Kadjividi, tripla di Muffa e segnature di Dabangdta e Ranitovic) e, nonostante i punti di Gnaccarini tengano ancora i padroni di casa sul +10 (61-51), è ancora l’Unibasket ad accellerare con le bombe di Muffa ed Ucci, con quest’ultimo che manda poi Kadjividi a schiacciare sul ferro: sul 66 - 59 i rossoneri potrebbero accorciare ancora ma Muffa non è fortunato ed il Bramante aggrappandosi alla coppia Pipitone - Panzieri inibisce la rimonta del Lanciano.

Sul 72-64 però la truppa rossonera si riporta nuovamente all’attacco trovando sei punti consecutivi grazie alle triple di Ranitovic e Munjic. Ancora Pipitone riporta i pesaresi sul 5 prima che una bomba clamorosa di Ucci, metta due soli possessi di distacco tra Bramante e Lanciano (74-70). Con soli 14 secondi da giocare, e il bonus raggiunto dagli ospiti, il Pesaro trova ossigeno e punti vitali dai liberi di Ferri che chiudono la contesa sul 78-72. Peccato per un finale che grazie ad una grande prova di solidità fisica e mentale di tutto il roster, poteva essere diverso ma il Lanciano visto oggi ha tutte le carte in regola per fare sua la seconda trasferta della settimana, in programma sabato pomeriggio contro il Pisaurum. (Fonte: ufficio stampa Unibasket Lanciano)

Bramante Pesaro - Unibasket Lanciano 78-72

Pesaro: Bonci, Giampaoli 8, Benevelli 7, Gnaccarini 11, Komolov ne, Ferri 6, Bertoni 3, Ferrari 2, Ciaroni ne, Stefani 4, Pipitone 21, Panzieri 16. All. Nicolini

Lanciano: Kadjividi 10, D'Ippolito, Ranitovic 23, Maralassou 9, Morina, Bantsevich, Ucci 16, Munjic 8, Dabetic, Muffa 6. All. Di Tommaso

Parziali: 21-16, 10-7, 22-18, 25-31.
Progressivi: 21-16, 31-23, 53-41, 78-72.
Usciti per 5 falli: Muffa (Lanciano)
Top Rimbalzi: Panzieri 8 (Pesaro); Ranitovic 13 (Lanciano)
Top Assist: Ferri e Gnaccarini 5 (Pesaro); Muffa 5 (Lanciano)

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!