Il Bramante Pesaro esce fuori alla distanza ed espugna il campo dell'Amatori Pescara

Un buon primo tempo, di grinta e sudore, non può bastare all'Amatori per avere la meglio della capolista Bramante, che nella seconda parte di gara prende il comando delle operazioni (25-9 il parziale del terzo quarto) e porta a casa una vittoria importante. La squadra di casa ha pagato dazio alle scarse rotazioni e alla serata non proprio memorabile degli esterni, ma ha avuto ancora ottime risposte dai giovani del vivaio e dal solito Dondur. Al PalaPepe l'ultima gara interna di questa stagione è finita 51-76.

La gara. Ancora alle prese con gli infortuni, una costante che non fa nemmeno più notizia, l'Amatori inizia le ostilità con D'Onofrio, Fornara, Mennilli, Peres e Dondur come starting five. I ragazzi di coach Renato Castorina regalano sprazzi di ottima pallacanestro in avvio e non è un caso che dopo 2 minuti e mezzo conducano le danze per 7-4. Bramante però è squadra che non si fa irretire dal buon avvio avversario, ha motivazioni ed esperienza da vendere e riesce dopo 4' a mettere già la freccia. Qualche palla persa scioccamente dai biancorossi agevola Pesaro nel suo compito, che trova Bonci molto presente nelle sue trame anche se non perfetto dalla lunetta (2/6 al momento).

Di Donato e Raicevic danno vita alla prima staffetta in casa Amatori ma dall'arco si continua con le brutte percentuali viste 3 giorni prima nella stracittadina. Ci pensa proprio il solito Di Donato a sbloccare i suoi dai 6,75 e sono proprio i giovani a trainare i più esperti al pari dopo 6'30" (12-12). Peres e D'Onofrio forniscono infatti un buonissimo contributo e nel finale di tempino c'è spazio anche per Taglieri. Un 2/2 ai liberi di Raicevic consente a Pescara di rimettere il naso avanti ma è ugualmente dalla lunetta che Pipitone annulla tutto. L'equilibrio non si spezza nell'ultimo giro di orologio ma Bramante chiude il primo quarto comunque avanti di 2 (17-19) grazie a una perfetta penetrazione di Bertoni e al successivo tap-in errato di Taglieri.

Il sostanziale equilibrio si conferma anche in avvio di secondo quarto. Dondur continua a giganteggiare sotto le plance e firma il mini break di 3-0 che vale il +1 dopo 3'. La difesa Amatori però non ha più lo smalto di inizio gara e il controbreak Bramante di 6-0 consente agli ospiti di scavalcare metà tempino avanti di 5 lunghezze (20-25). Castorina allunga le rotazioni inserendo Simone Pietrantoni e il suo ingresso peoduce una palla recuperata e un rimbalzo e coincide con un nuovo tentativo di accorciare. Si arriva sino al -1 e poi sono 2 punti di un altro prodotto del settore giovanile, Davide Taglieri, a siglare il sorpasso a 30" dall'intervallo. Il punteggio di fissa dalla lunetta: Fornara fa 1/2, come Ferrari prima, e accompagna le due squadre negli spogliatoi con i ragazzi di coach Castorina avanti 28-27. Dondur miglior marcatore finora con 13 personale. Prima metà di gara non proprio brillante per gli esterni biancorossi.

Al rientro sul parquet, nonostante qualche fischio non proprio felice, l'Amatori contiene bene l'approccio veemente degli ospiti e resta attaccata nel punteggio. Taglieri fa tante cose buone, non solo quelle che poi risultano a referto, ma a metà quarto Bramante inizia a progettare la fuga. Con fiato e energie che iniziano a mancare per le poche rotazioni, l'Amatori si ritrova presto sul -7 perché Pesaro ritrova fiducia dall'arco e con un 2/2 in due azioni consecutive crea il primo vero distacco del match. Ma il cuore non manca ai biancorossi, che con tutte le forze provano subito a rientrare. Dalle parti del canestro avversario, però, non si riescono a trovare le soluzioni giuste e presta il fianco a due transizioni di Gnaccarini davvero letali. Il terzo quarto si traduce in un parziale di 9-25 e nel punteggio complessivo di 37-52 che indirizza le sorti del match pro Bramante.

L'ultimo quarto vive del grande amor proprio dei biancorossi e della sagace gestione dei marchigiani. Gnaccarini e Bonci sono una sentenza, il primo dall'arco e l'altro in penetrazione, e la pur generosa difesa Amatori fatica assai a contenerli. Dopo 2 minuti il distacco è di 19 punti e il destino è segnato. Castorina ha ora in campo un quintetto giovanissimo, per necessità (D'Onofrio, Di Donato, Pietrantoni, Raicevic e Taglieri) e non sfigura. Dopo aver tirato un po' il fiato rientrando Peres e Dondur per il rush finale, ma non c'è tempo e modo di recuperare. Spazio anche per Jimmy Antonini, che griffa 3 punti e mostra buona personalità. Al PalaPepe finisce 51-76, una sconfitta però più ampia e rotonda nel punteggio di quanto in realtà abbia detto il rettangolo di gioco.

Amatori Pescara - Bramante Pesaro 51-76
Progressivi: 17-19, 28-27, 37-52.

Amatori Pescara 1976
: Moretti ne, D'Onofrio, Di Donato 3, Mennilli , De Vincenzo ne, Dondur 19, Taglieri 6, Raicevic 12, Peres 7, Pietrantoni, Antonini 3, Fornara 1. Coach. Castorina Ass. Di Iorio

Bramante Pesaro
: Pipitone 5, Panzieri 13, Bonci 14, Giampaoli 6, Benevelli 1, Gnaccarini 18, Komolov 6, Mujakovic , Ferri 5, Bertoni 5, Ferrari 2, Ciaroni 1. All. Nicolini

Arbitri
: Di Tommaso di Pescara e Martini di Mosciano S. A.

Fonte: ufficio stampa Amatori Pescara 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!