Niente da fare per l'Amatori Pescara sul campo della Vigor Matelica

Una grande Amatori regala bel basket e coraggio per 2 quarti poi, con rotazioni ridotte all'osso ancor di più rispetto al passato, perde smalto nel terzo quarto dove incassa il break decisivo che nell'ultimo parziale non viene recuperato. Ma sono applausi per i biancorossi, che in condizioni davvero difficili hanno onorato la maglia e il campionato. A Matelica ha vinto la Vigor per 75-64 ma per una volta il dato numerico passa in secondo piano data la prova offerta, assolutamente positiva in un contesto complicato. Ancora una volta ottime le risposte dei giovani.

La gara. Coach Castorina sceglie Raicevic, che risponderà assai bene, nello starting five completato da D'Onofrio in regia, Mennilli esterno e la rodata coppia Dondur-Peres sotto le plance. Ad inizio gara ambedue i canestri restano immacolati per addirittura 4 minuti, poi il match si accende ed è la squadra pescarese a farlo dopo i primi punti dei marchigiani. Dopo 7'20" l'Amatori mette il naso avanti e una bomba di Mennilli e un canestro di Raicevic producono il 7-13 pro biancorossi. La Vigor dall'arco accorcia, ma un 2/3 dalla lunetta di Di Donato fissa il parziale sul 12-15.

Il secondo quarto si apre con un mini break di 3-0 dei marchigiani, ma la banda Amatori è determinatissima. Raicevic è on fire, D'Onofrio regala una penetrazione da applausi e Mennilli buca la retina dai 6,75: a metà tempino il più 8 è realtà (17-25). A quel punto la Vigor si desta, piazza un parziale di 9-0 che porta al sorpasso e al finale punto a punto. Peres conferma il suo ottimo stato di forma e contribuisce in modo concreto. Negli spogliatoi si va sul 34-33 pro Matelica.

Il terzo quarto è quello dove il peso di rotazioni ridottissime e stanchezza fanno tutta la differenza del mondo. La Vigor rientra sul parquet con grande concentrazione e concretezza e con un 11-0 di parziale indirizza il match. L'Amatori prova ad accorciare dall'arco ma a metà tempino il punteggio è 54-41. Le energie latitano in casa Amatori, ma non manca il cuore. Che batte forte. E all'ultimo quarto si va sul 65-49, comunque severo. Le distanze si ampliano subito negli ultimi 10 minuti. C'è spazio anche per gli altri giovani di casa biancorossa, Antonini e Pietrantoni, ma la sfida è segnata. A 2' dalla sirena si è sul 72-61, il finale cambia di poco: la Vigor si impone 75-64 nel penultimo match della fase a orologio. (Fonte: ufficio stampa Amatori Pescara 1976)

Vigor Matelica - Amatori Pescara 1976 75-64

Matelica: Di Simone 10, Monacelli 11, Vissani 10, Alunderis 19, Markus 15, Ciampaglia 5, Poeta, Strappaveccia, Fianchini, Caroli 5. All. Cecchini

Pescara: Fornara ne, D'Onofrio 7, Di Giandomenico ne, Mennilli 8, Pietrantoni, Moretti ne, De Vincenzo ne, Dondur 6, Di Donato 8, Antonini ne, Peres 9, Raicevic 26. All. Castorina

Parziali: 12-15, 22-18, 31-16, 10-15.
Progressivi: 12-15, 34-33, 65-49, 75-64.
Usciti per 5 falli: Dondur (Pescara)

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!