Bramante, coach Nicolini ''Siamo mancati nella gara decisiva. Non siamo riusciti ad applicare il piano partita''

Coach Massimiliano Nicolini ha parlato al termine della partita persa dal Bramante Pesaro sul campo del Pescara Basket, e che ha permesso agli abruzzesi di conquistare la finale per la promozione in Serie B contro la Fortitudo Roma. Queste le sue parole:

"Prima di tutto dobbiamo fare i complimenti a Pescara Basket, a coach Vanoncini e tutto il suo staff per quanto hanno dimostrato in questo campionato sotto tutti i punti di vista, aggiudicandosi con pieno merito la partecipazione alla finale per la promozione in serie B. Per quanto riguarda la partita purtroppo siamo mancati nella gara decisiva a conferma del calo avuto nella seconda parte del torneo. Non siamo riusciti ad applicare il piano partita, abbiamo tirato con percentuali insufficienti e non abbiamo trovato soluzioni correttive per rispondere a Pescara che ci è stata superiore in ogni aspetto della partita. Il campo è sovrano e questo è stato il verdetto, complimenti a loro.

Faccio comunque un plauso a tutta la mia squadra per averci provato fino alla fine in una stagione complicata ma tuttavia molto positiva per aver deciso di esserci prima e poi per aver fatto un ulteriore step di crescita. Ci tengo a ringraziare lo staff tecnico Cristian Ferretti, Gianluca Ugolini, il nostro prepararore Eliano Crudelini, la nostra fisioterapista Gloria Berti e il team manager Claudio Cardinali che insieme a me hanno condiviso il piacere di allenare e curare questi ragazzi super, in mezzo ad una situazione complessa in piena pandemia. Un ringraziamento infine ma non ultimo ovviamente, ai due motori della societa il DS Andrea Piccini e il GM Matteo Longoni che insieme a tutti i dirigenti sono stati i principali protagonisti dell'ulteriore passo avanti della societa Bramante Basket. Grazie a tutti!!".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!