Robur Family Osimo, Nicola Scalabroni è il nuovo responsabile tecnico del settore giovanile

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/14-08-2021/robur-family-osimo-nicola-scalabroni-responsabile-tecnico-settore-giovanile-600.jpg

Social

La Robur Family dà il benvenuto a Nicola Scalabroni, nuovo responsabile tecnico del settore giovanile osimano. Classe 1980, Nicola vanta un curriculum importante sia a livello di prime squadre che di settore giovanile, a conferma di come la società abbia scelto un profilo di assoluto valore per continuare a portare avanti il lavoro impostato nel corso degli anni. Dopo aver iniziato la carriera da tecnico nei primi anni 2000 all’Adriatica Basket Porto Recanati, dal 2001 al 2006 coach Scalabroni è stato responsabile tecnico del settore giovanile della Sacrata Porto Potenza Picena. Il suo nome però è legato a quello del basket recanatese dove per 8 anni è stato responsabile tecnico del settore giovanile della Pallacanestro Recanati, società satellite dell’U.S. Basket Recanati, guidando anche la prima squadra sia in D che in DNC e raggiungendo con l’Under 17 le finali nazionali, contribuendo a lanciare diversi giovani. Inoltre è stato vice allenatore all’U.S. Basket Recanati di coach Piero Coen e Giancarlo Sacco. A seguire due stagioni da capo allenatore con la Feba Civitanova Marche, in A2 femminile con cui ha sfiorato la promozione in A1 valorizzando giocatrici come Alessandra Orsili e Giulia Sorrentino, mentre la scorsa stagione è stato assistente allenatore alla Sutor Montegranaro e responsabile tecnico del settore giovanile, nonché allenatore dell’under 17 maschile.

“Il piacere di lavorare con una società seria che da diversi anni ormai ha iniziato a fare settore giovanile nella maniera giusta e con numeri importanti mi ha spinto ad accettare questa proposta – commenta Scalabroni – La proposta mi è stata fatta dal Presidente Alessandra Gallo e dal General Manager Marco Raffaeli, due persone che stimo molto, il che ha contribuito alla scelta. Lavoreremo sia per il miglioramento individuale che di squadra, oltre che per la crescita dello staff tecnico: il mio compito sarà quello di coordinare gli allenatori e quindi dare un’idea di base del settore giovanile da condividere con loro, creare una mentalità per un modo di lavorare in palestra perché questa è la cosa fondamentale e da questo dipenderà la crescita dei ragazzi, in un progetto che verrà delineato per tutto il percorso giovanile, a garanzia della crescita sia dei tecnici che dei ragazzi che scelgono questa società. Siamo pronti per tornare in campo con tanto entusiasmo, passione, voglia di divertirsi e confrontarsi con i propri compagni di squadra e con le altre squadre”. 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!